The news is by your side.

Nel week-end il Gargano avrà il suo Vescovo

14
Mons. Castoro sarà sabato a Manfredonia, domenica a Vieste e lunedì a San Giovanni Rotondo. Nei giorni scorsi il saluto alla collettività di Francavilla Fontana e Oria

Fervono i preparativi per accogliere nella arcidiocesi il nuovo "padrone di casa": alle 16 di sabato 19 settembre, infatti, con l’arrivo nella Basilica Santa Maria Maggiore in Siponto. mons. Michele Castoro inizierà la sua attività pastorale sul Gargano.

Dopo l’incontro con i giovani e con le autorità civili e militari, alle 17.30 è previsto l’arrivo in Cattedrale per l’esecuzione del rito del possesso canonico e la lettura della Bolla Papale.

Domenica, invece, Sua Eccellenza farà il suo ingresso a Vieste: l’arrivo è previsto per le ore 17 in piazza Santa Maria delle Grazie dove riceverà il saluto dei cittadini e del Sindaco e da dove partirà una processione che porterà mons. Castoro in Cattedrale, percorrendo via Madonna della Libera e corso Cesare Battisti.

Dopo il bacio al Crocifisso, il saluto e la preghiera alla Vergine di Merino, comincerà la concelebrazione con tutto il clero viestano, a partire dal saluto ufficiale del vicario episcopale don Gioacchino Strizzi a nome dei presbiteri e della comunità.

Lunedì si concluderà il tour nelle tre cittadine garganiche che formano la arcidiocesi con la visita a San Giovanni Rotondo.

Mons. Castoro a Francavilla Fontana (foto Vincenzo Cannalire)"Non posso nascondere la tristezza che avverto in questo momento per il distacco da questa diocesi alla quale ho dato le primizie del mio ministero episcopale, che ho servito con tutte le mie forze e che ho amato con tutto il cuore" ha detto Mons. Castoro, salutando i suoi fedeli nel corso dei festeggiamenti della Madonna della Fontana a Francavilla (BR) lo scorso 14 settembre.

Per quattro anni – ha proseguito – ho condiviso il vostro cammino ecclesiale e le vicende della vostra vita, con atteggiamento di ascolto, di paternità e di vicinanza. Mi costa non poco dovervi lasciare, ma, pur cosciente dei miei limiti, mi conforta l’umile consapevolezza di aver agito sempre con entusiasmo e passione, nel nome di Gesù Benedetto".

Ai fedeli della diocesi di Francavilla-Oria, Sua Eccellenza ha rivolto anche un invito: "Quando verrete in pellegrinaggio a San Giovanni Rotondo, sappiate che troverete sempre un Vescovo che vi accoglierà con cuore amico".

Sandro Siena


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright