The news is by your side.

Inail, calano i morti sul lavoro in Puglia

13

In Puglia il calo degli infortuni mortali ha avuto una percentuale più bassa rispetto al calo registrato in tutt’Italia: il dato nazionale è infatti di una variazione del -7,2%; in Puglia il calo è del 5,06%. I dati sono contenuti nel Rapporto Annuale Regionale 2008 dell’Inail Puglia, presentato oggi a Bari.

In questo risultato una certa incidenza hanno avuto gli ‘infortuni mortali in itinere’, gli incidenti stradali, cioè di persone che si stavano recando al lavoro: riflettono – è stato detto nel corso della presentazione – i pericoli legati alla circolazione stradale, cresciuti in un anno del 28 per cento. A fronte di 79 infortuni mortali sono stati 25 quelli legati al percorso casa-lavoro-casa, 22 quelli legati alla circolazione stradale e 28 quelli nell’ambiente di lavoro. Tra i morti del 2008 figurano anche le cinque vittime della tragedia alla Truck Center, avvenuta a Molfetta all’inizio del 2008. L’incidenza – è stato spiegato nella conferenza – delle politiche della sicurezza sul mondo del lavoro si può apprezzare soprattutto nel settore manifatturiero e delle costruzioni, che hanno registrato una variazione del -33% e del -22,22%. Quanto alla suddivisione per province, i 39.425 infortuni in Puglia sono così ripartiti: Bari 15.970 (31 mortali) pari a -5,4% rispetto al 2007; Brindisi 4.553 (11) pari a +0,3; Foggia 5.836 (10) pari a -4,3 per cento; Lecce 6.047 (14) pari a -4,2 per cento; Taranto 7.019 (14) pari a -6,2 per cento.

(ANSA).


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright