The news is by your side.

Calcio/ Allievi Regionali/ Nuova Gioventù – Salvemini Manfredonia 3 –1

13

Terzo successo consecutivo, tra le mura amiche, per la Nuova Gioventù, al termine di una partita emozionante e a tratti  anche  piacevole. Sotto un tiepido sole  e l’aria frizzante, le due formazioni si sono presentate in pratica con lo stesso modulo tattico: quattro difensori in linea, due centrocampisti centrali e due esterni, un solo attaccante. Pronti, via e subito al primo minuto Vescera calcia di poco alto da fuori area, rispondono gli ospiti con due insidiosi corner consecutivi, finchè all’8’ si sblocca il risultato: il pimpante Sicuro serve Vescera il quale offre un assist a Di Mauro che appena dentro l’area trafigge, con un bel sinistro, il portiere avversario. Cinque minuti dopo è ancora Sicuro in rovesciata a sfiorare il raddoppio al termine di una bella azione corale. Gli ospiti, storditi dall’avvio dei locali, faticano ad organizzarsi e solo al 20’ si affacciano dalle parti di Grima con un tiro innocuo di Guerra. Accusato il colpo, la  squadra di casa riparte alla carica e dopo aver costruito altre tre grosse occasioni termina la prima frazione di gioco. L’avvio del secondo tempo vede una Salvemini  più attiva e mobile, ma sostanzialmente sterile in attacco merito anche dell’attenta difesa dei padroni di casa che, al  5’, non sfruttano una clamorosa occasione con  De Vita a pochi passi dalla porta avversaria. Il gol comunque è nell’aria: e al 10’ Lopriore M. recupera la palla a centrocampo e dà a De Vita spostato sul vertice destro dell’area, dribbling sul difensore e bella palombella che si spegne in rete. L’ingresso di altri due attaccanti avversari unito ad un prevedibile calo atletico, costringe la Nuova Gioventù a racchiudersi indietro pur cercando il contropiede. Al  35’  Vescera fa tutto da solo e da poco fuori area infila il sette alla sinistra di Capuano. Nel convulso finale viene espulso Delli Santi per doppia ammonizione e dopo ben cinque  minuti di recupero, concessi dall’arbitro,  nei quali accorcia le distanze la Salvemini,  la squadra di casa conquista la meritata vittoria e fa esplodere di gioia il pubblico presente.
Teodoro Palatella, a fine gara, non può fare altro che elogiare la sua truppa: «Hanno voluto mandare un messaggio  al campionato, c’è stata determinazione ed applicazione fin dalle primissime battute dell’incontro. L’avevamo studiato bene il Manfredonia, i ragazzi hanno subito applicato sul campo le cose preventivate a tavolino». Classica
la domanda dopo il 3-1: troppo forte la  Nuova Gioventù o troppo debole la Salvemini? Il mister risponde così: «Non è giusto sminuire il valore della Salvemini, che resta una buona squadra partita con ambizioni d’alta classifica. E’ stata la prestazione della Nuova Gioventù a far passare per facile una partita che alla vigilia facile non era».  Giuseppe Palumbo, instancabile motore di centrocampo, ribadisce il concetto:
«Siamo entrati in campo da squadra . Volevamo subito far capire alla Salvemini che i tre punti dovevano essere nostri. Così è stato, dagli spalti è sembrato tutto facile perché in campo abbiamo avuto la forza necessaria, la convinzione delle grandi occasioni». Sulla sponda opposta un pizzico di delusione espresso dallo Staff  della Salvemini «La sconfitta contro una signora squadra ci può stare. Questa partita probabilmente ha detto che siamo inesperti in alcune zone del campo. La Nuova Gioventù ?  Sapevamo che era forte ma vederla dal vivo ha raddoppiato tale sensazione.

Le Pagelle

Grima 6 Pochi interventi, ma sempre pronto e attento. Da sicurezza all’intero reparto. Incolpevole sulla rete della Salvemini. Spettatore
Ruggieri 6  fatica nelle chiusure difensive. Rispetto alla scorsa stagione, quando era insuperabile, sembra avere qualche problema in più. Qualche problema sui rinvii difensivi. Poco concentrato
delli Santi 6 al di sotto delle sue possibilità, molto nervoso, rimedia due ammonizioni e finisce la sua gara in anticipo. Turbato
Palumbo 6,5  buon lavoro davanti alla difesa dove argina le incursioni avversarie e cerca di costruire gioco. Diga
Medina 6,5 centrale di difesa, molto sicuro, completa con capitan Impagnatiello una coppia difensiva ben affiatata. Muraglia
Impagnatiello 6,5 Dirige la difesa senza problemi, non lascia spazio agli attaccanti, disimpegna sempre molto bene e in sicurezza. Granitico
Vescera 6,5  buono il suo impatto sulla partita. Contribuisce a dare profondità alla manovra ed è parecchio intraprendente. Autentica magia in occasione del gol. Harry Potter
Lopriore M. 6,5 Tra i migliori della Nuova Gioventù. lotta, recupera palloni in continuazione e si propone spesso in fase finalizzativa. Lottatore
Sicuro 6,5 ha sfiorato in diverse occasioni il gol e ha tenuto in allerta la difesa Sipontina. Pungente
De Vita 6,5 una delle note positive della gara. Ritrova il gol, forza e lucidità che lo avevano visto protagonista lo scorso campionato. La tensione gli gioca un brutto scherzo, per il quale, è costretto ad uscire. Prezioso
Di Mauro 6,5 entra tonico e vivace, creando più di un grattacapo agli esterni ospiti. Prestazione condita da una rete di buona fattura. Ritrovato
Troiano 6 Scorcio di partita diligente. Si limita a contrastare gli attacchi avversari sulla corsia di competenza. Lavoro che svolge con buoni risultati. Jolly
Lopriore D. 7  non gioca molto, ma dalla panchina da alla squadra una tale grinta che  parte della vittoria e  sua. Trascinatore
Rinaldi s.v.
Trotta s.v.
Vetrano s.v.
Basso s.v.

Nuova Gioventù:
Grima, Ruggieri, delli Santi, Palumbo, Medina, Impagnatiello, Vescera, Lopriore M(Trotta)., Sicuro, De Vita(dal 53’ Troiano), Di Mauro(dal 75’ Rinaldi) a disp. Lopriore D., Basso, Vetrano all. Teodoro Palatela
Reti: all’8 DiMauro, 51’De Vita, 75’ Vescera e al 84’ Pastore

Vincenzo Casamassima


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright