The news is by your side.

 Manfredonia/ Donne e imprenditoria femminile

23

Il candidato sindaco del centrodestra Pecorella presenta alcune iniziative che intende intraprendere alla guida del nuovo esecutivo.

 

Il candidato sindaco del centrodestra, Stefano Pecorella, accompagnato dalla moglie Patrizia, è stato ospite di un incontro dedicato alle donne e all’imprenditoria femminile. Un tema accattivante, soprattutto per le grandi opportunità che sono offerte al mondo femminile e ancora troppo poco praticate. Partendo dalla sua esperienza politica, amministrativa e professionale, Pecorella ha portato l’attenzione dell’uditorio sulle iniziative che intende intraprendere con la nuova amministrazione comunale: “credo sia necessario innanzitutto attivare un fondo per l’incentivazione dell’imprenditoria femminile da realizzarsi col recupero di risorse attraverso la razionalizzazione della spesa pubblica e aprire uno sportello di consulenza che lavori alla individuazione e definizione delle linee finanziarie. E altresì indispensabile –ha detto- attivare misure di sostegno alle famiglie per consentire alla donna, che è madre ma non per questo deve essere penalizzata, di disporre del tempo necessario per trovarsi una occupazione e accesso meno problematico al mondo del lavoro: dunque, asili nido, scuola a tempo pieno, godimento dei permessi di ricongiungimento, corsie preferenziali per le prestazioni mediche”.

Parlare di lavoro significa parlare anche di disoccupazione: “Manfredonia condivide con la sola città capoluogo –ha ricordato il candidato sindaco del centrodestra- il numero più alto di disoccupati in tutta la provincia di Foggia: ben il 22%. Un dato allarmante che è frutto di un sistema che ha scartato sin dall’inizio l’ipotesi di qualificare i giovani di Manfredonia che sono entrati nel mondo del lavoro con due livelli occupazionali inferiori ovvero con stipendi più bassi rispetto a quelli percepiti dai giovani occupati in altre aree vicine e non. Una scelta che ha ulteriormente indebolito la fascia giovanile e con la crisi economica e la chiusura di molte fabbriche, molti dei nostri giovani sono finiti o stanno per finire sul lastrico perché hanno acquistato casa, contratto mutui, creato famiglie, messo al mondo dei figli”.

Un dramma che impone risposte immediate e un chiaro impegno da parte di chi si appresta ad amministrare la città: “mi batterò per imporre alle imprese che apriranno o che amplieranno gli organici, il riassorbimento delle persone licenziate prima ancora di procedere con nuove assunzioni. Ma anche l’ente comunale deve muoversi in questa direzione attuando, ad esempio, la esternalizzazione di servizi che pesano sulle casse comunali e che i privati svolgerebbero con maggiore produttività: penso alla guardiania, alle pulizie, ai centralini, alla gestione del sistema informatico”.

Questi ed altri temi, come l’abbattimento progressivo della tassazione locale, il miglioramento dei servizi sociali, la riduzione del numero degli assessori e dei consiglieri comunali e più in generale della riduzione dei costi della politica, sono trattati nel programma che il candidato sindaco Pecorella illustrerà in conferenza stampa presso la sede elettorale di corso Manfredi.

Manfredonia.net

 


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright