The news is by your side.

Regione Puglia e Università. In progetto case ecologiche

40

ECO-logica si conferma punta avanzata in Puglia nel campo della ingegneria ambientale. La società, nata nel 2003, con un team quasi interamente femminile punta allo sviluppo dell’EBS, l’EcoBuilding System. Ovvero uno studio complesso ed articolato per la mappatura dell’efficienza energetica ambientale di un edificio. In altre parole la rilevazione della sua impronta ecologica durante l’intero ciclo di vita.  Dalla progettazione alla demolizione o riqualificazione. Le escursioni termiche che caratterizzano il clima della Puglia hanno rinnovato l’interesse verso un sistema complessivo di progettazione e costruzione che tenga conto della peculiarità del clima mediterraneo. E leghi gli aspetti ambientali ed energetici dell’edificio con quelli non meno importanti relativi alla tradizione ed alla cultura, allo stile di vita insomma. Anche perché gran parte degli schemi di certificazione ambientale esistenti e variamente incorporati nella legislazione italiana attengono a paesi del Nord Europa.

Un primo passo ECO-logica lo aveva già iniziato il 18 Maggio 2009 con e l’apertura della sede pugliese del Green Building Council Italia, una associazione di progettisti ed aziende con l’obiettivo esplicito di adattare il sistema LEED al mondo dell’edilizia italiano. Il LEED è uno standard per l’Edilizia Sostenibile diffuso in 40 paesi. Da poco lo standard LEED Italia 2009 è riconosciuto ufficialmente dal Comitato Fondatore, l’USGBC. Se la Legge Regionale n°13 del 10 Giugno 2008 che detta nome per «l’abitare sostenibile» ha detto cosa fare in tema di edilizia a basso impatto ambientale con relativo risparmio energetico ed economico, il progetto EBS dirà come farlo. Sono 6 gli Obiettivi del progetto, finanziato per 166.000 euro dalla Regione Puglia e sviluppato in partenariato con l’Università degli Sudi di Bari.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright