The news is by your side.

Manfredonia/ Riunione operativa per il rilancio della Riviera Sud

7

Il sindaco Riccardi materializza le promesse.

 

Sabato 28 agosto 2010, alle ore 18.30, la piazza centrale di Ippocampo è divenuta sede di una nutrita e animata riunione: la Pubblica Amministrazione e i proprietari degli immobili del villaggio si sono incontrati per affrontare, e risolvere una volta per tutte, gli annosi problemi legati alla lottizzazione di quel lembo di territorio.
All’incontro, voluto e presenziato dal sindaco di Manfredonia Angelo Riccardi, hanno partecipato anche l’assessore Matteo Palumbo delegato alla Definizione di interventi e soluzioni per i villaggi della Riviera Sud, il presidente del Consorzio ‘Ippocampo’ Francesco Zoccano e il commissario liquidatore della ITI (Immobiliare Turistica Ippocampo) Franco Manfredi.
Davanti a una platea molto numerosa, nonostante la stagione estiva sia ormai agli sgoccioli, il sindaco ha ribadito con determinazione la volontà della nuova amministrazione di tener fede agli impegni presi durante la campagna elettorale.
“La Riviera Sud costituisce un prezioso tassello nel mosaico delle offerte turistiche del nostro litorale –ha affermato Riccardi-, ed è pertanto necessario migliorarne l’assetto infrastrutturale e urbanistico. Riqualificare questa zona significa allargare l’offerta ricettiva e, di conseguenza, rilanciare anche lo sviluppo economico di tutta la città. E penso al lungomare che collegherà Siponto a Ippocampo, consentendo nuove opportunità di sviluppo: l’intera riviera sud cambierà volto, ma affinché tutto questo diventi realizzabile occorre fare rete”.
La rete, in questo caso, si chiama Consorzio ‘Ippocampo’ e, come obiettivo, si propone di far acquisire al Comune le proprietà di tutte le urbanizzazioni già realizzate: solo così, infatti, il consorzio potrà gestire tali opere con interventi di amministrazione ordinaria e straordinaria.
Per statuto, però, il consorzio può operare soltanto dopo aver raggiunto il 60% delle adesioni.
Da qui l’invito del sindaco a tutti i proprietari degli immobili ad aderirvi.
Nel frattempo, per completare le opere di urbanizzazione primaria, che ricadono comunque a carico dei lottizzanti, la Pubblica Amministrazione ha previsto una spesa complessiva di 2 milioni di euro che verranno ripartiti per le seguenti opere:
strade, parcheggi, rifacimento di marciapiedi e asfaltatura;
messa a norma dell’impianto elettrico;
realizzazione di una rete idrica unica per l’intero villaggio;
verifica e messa a norma dell’impianto fognante e di quello di depurazione;
incremento del verde pubblico, recinzioni e varie ed eventuali.
Il Comune di Manfredonia eseguirà i lavori accendendo un mutuo presso la Cassa DD e PP, dando l’incarico al Consorzio ‘Ippocampo’ di recuperare la somma anticipata: i lottizzanti, così, potranno restituire la somma in dieci anni, con una quota media individuale calcolata attorno ai 117 euro.
“Inoltre ci stiamo adoperando per effettuare uno studio complessivo –ha continuato il sindaco-, da affidare a tecnici di alta professionalità, per realizzare opere di difesa permanente della zona costiera, martoriata da frequenti mareggiate, che preveda anche la protezione del villaggio dalle inondazioni”.
Alla fine del vivace dibattito il sindaco ha garantito vigilanza attenta e costante, e ha rinnovato l’appuntamento al prossimo aprile “per verificare, insieme, le cose fatte e quelle che rimangono ancora da fare”.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright