The news is by your side.

Pietramontecorvino (Foggia) – Pietra al Festival dei Borghi più belli

8

Ai Monti Dauni il primato del Sud con quattro comuni certificati.

 

Ci sarà anche Pietramontecorvino al Festival dei Borghi più belli d’Italia che si svolgerà a San Ginesio (Macerata) da venerdì 3 a domenica 5 settembre. Alla quinta edizione, saranno rappresentati i 198 comuni cui l’Anci ha riconosciuto la certificazione di qualità turistico ambientale. La Puglia, con nove “Borghi più belli d’Italia”, detiene il primato per il Sud.

Quella di Foggia, con cinque comuni entrati in questo speciale network, è giudicata tra le province con l’entroterra più interessante. Il maggior numero di Borghi più belli d’Italia, in tutto il Mezzogiorno, è appannaggio dei Monti Dauni col marchio amaranto a svettare sugli ingressi di Alberona, Bovino, Pietramontecorvino e Roseto Valfortore (per la provincia di Foggia c’è anche Vico del Gargano).

Il club de “I Borghi più belli d’Italia è nato nel marzo 2001 su impulso della Consulta del Turismo dell’Associazione dei Comuni Italiani. Per esservi ammessi occorre corrispondere a una serie di requisiti di carattere strutturale, come l’armonia architettonica del tessuto urbano e la qualità del patrimonio edilizio pubblico e privato, e di carattere generale che attengono alla vivibilità del borgo in termini di attività e di servizi al cittadino. Occorre inoltre impegnarsi per migliorare continuamente tali requisiti poiché l’ingresso nel Club non ne garantisce la permanenza.

GIAPPONE E ROMANIA. Sabato 4 settembre, il Festival celebrerà la firma del protocollo per l’ingresso dei Borghi più belli del Giappone e della Romania nell’Associazione "Les plus beaux villages de la terre". Quest’anno, infatti, sono moltissimi gli ospiti internazionali della kermesse, con la presenza di numerosi buyer da tutto il mondo. Domenica 5 settembre, alle ore 10, anche Rai 1 Mattina aprirà una finestra, con un collegamento in diretta, sugli stand del Festival.

LA SINERGIA. Per continuare a rientrare nel novero dei borghi più belli d’Italia, Pietramontecorvino sta lavorando in questi anni al potenziamento di servizi e strutture e all’attivazione di progetti per il “turismo responsabile e sostenibile” con azioni di rigenerazione urbana, di promozione del territorio e di sinergia con i comuni dell’area montana. Con il Piano Integrato di Sviluppo Territoriale ‘Parco della Salute’, che mette insieme otto comuni dei Monti Dauni, a Pietramontecorvino è prevista la realizzazione di un Centro diurno per disabili (già finanziato) e la realizzazione del Parco archeologico naturalistico di Sant’Onofrio.

Il progetto, inoltre, prevede il completamento della riqualificazione del borgo medievale, la realizzazione del percorso storico verso il sito archeologico di Montecorvino e il recupero dei borghi rurali (Casone, Caserma Forestale e Casone Castellana) ad uso ricettivo, con interventi sul sistema dei percorsi, la riqualificazione della pineta “Collerosso” e la valorizzazione del sito archeologico di Montecorvino dove l’ultima campagna di scavi ha fatto emergere nuovi e importantissimi ritrovamenti. (schede di approfondimento su: pietramontecorvino.blogspot.com).


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright