The news is by your side.

A Vico del Gargano, San Valentino tra tradizione e fiori d’arancio

20

E’ il protettore degli innamorati, ma è anche il Santo patrono di uno dei centri più caratteristici e suggestivi della provincia di Foggia. Così, ogni 14 febbraio, secondo una tradizione secolare, Vico del Gargano si trasforma nel paese dell’amore.  Il castello, il borgo antico, le contrade e gli aranceti accolgono gli innamorati che da tutta la provincia di Foggia, arrivano nel centro garganico. La tradizione racconta che mangiare le arance benedette da San Valentino e berne il succo, esaudisca tutti i desideri di gioia e felicità. E dopo aver bevuto questa miracolosa pozione d’amore, si fa tappa nel Vicolo del Bacio. Un corridoio strettissimo, largo mezzo metro e lungo 30, luogo di incontro degli innamorati che qui si scambiano promesse d’amore. Vico del Gargano è un labirinto di costruzioni medievali e piccole stradine che si intrecciano e che, per San Valentino, si adornato di arance e alloro che accompagnano, lungo il cammino, la tradizionale processione in onore del Santo. L’edizione 2011 sarà ricordata come quella in cui si è celebrato un matrimonio speciale, quello tra Daunia e Gargano. Le partecipazioni sono state inviate a 61 sindaci, tanti quanti sono i comuni della provincia. E poi concerti di musica popolare, feste di piazza e mercatini del gusto, a cura della Condotta Slow Food di Foggia, che farà incontrare i ‘Presìdi’ di vari territori pugliesi, molisani e campani. Tutti testimoni dell’amore che da secoli si respira in uno dei "Borghi più belli d’Italia".


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright