The news is by your side.

Minervini: “I cittadini valutano il trasporto pubblico”

5

Parte per la prima volta in Puglia un progetto che sperimenta la partecipazione attiva dei cittadini nella valutazione dei servizi di trasposto pubblico locale. Cittadini volontari, con il supporto di esperti, condurranno l’osservazione, intervisteranno i responsabili delle aziende di trasporto e formuleranno giudizi e proposte di miglioramento. "L’attuale contesto di crisi e il taglio del governo sulle risorse disponibili per il trasporto pubblico – ha spiegato questa mattina nel corso della conferenza stampa l’assessore regionale alla mobilità Guglielmo Minervini – spingerà il sistema a muoversi sempre più verso il mercato e questo costringerà le società a misurarsi con la percezione che i cittadini hanno del servizio. Sarà una rivoluzione copernicana per le aziende che concepiscono il servizio come finalizzato a se stesso e non al cittadino. L’analisi del livello di soddisfazione non può più essere un adempimento formale". Le tratte ferroviarie interessate da questa prima fase sperimentale del progetto sono: Mola di Bari – Molfetta (Trenitalia); Foggia – Lucera (Ferrovie del Gargano); Foggia – Manfredonia (Ferrovie del Gargano). Il progetto si chiama "Mi.Mo. I cittadini migliorano la mobilità" ed è realizzato dal Formez, in collaborazione con l’Assessorato alle Infrastrutture Strategiche e alla Mobilità della Regione Puglia, nell’ambito del programma "E.T.I.C.A. pubblica nel sud: migliorare le performance, accrescere la trasparenza attraverso le nuove tecnologie" proposto e finanziato dal Dipartimento della Funzione Pubblica e dal Dipartimento delle Politiche di Sviluppo (Obiettivo II.5 del PON Governance e Assistenza Tecnica 2007-2013). L’iniziativa si sviluppa in cinque fasi. La prima, si svolge oggi a Bari e domani a Foggia (Giunta del palazzo comunale dalle 15 alle 18) con due focus group al quale parteciperanno un ristretto numero di testimoni privilegiati individuati tra i comitati di pendolari e delle associazioni del partenariato sociale per definire quali dovranno essere gli aspetti del servizio da osservare. La seconda fase è la ricerca dei cittadini volontari che effettueranno le rilevazioni. Partirà tra una decina di giorni con la pubblicazione di un avviso pubblico e coinvolgerà cittadini e/o associazioni che vorranno prendere parte alle attività di monitoraggio. Chiunque potrà partecipare compilando la scheda di iscrizione che sarà pubblicata sul portale della mobilità (mobilita.regione.puglia.it). Dopo la selezione e l’attività di formazione dei cittadini entrerà nel vivo l’attività di osservazione sul campo con le interviste ai responsabili delle aziende di trasporto e ai pendolari per la formulazione di giudizi e proposte di miglioramento delle aziende stesse. A dicembre è prevista, infine, la realizzazione di un evento pubblico di presentazione del documento conclusivo che raccoglierà i risultati del progetto. "Occorre – ha concluso Minervini – tenere sul servizio di trasporto pubblico e sulle aziende la temperatura alta dall’alto con il nostro impegno e dal basso con la pressione esercitata dai cittadini. La customer sarà un effettivo strumento e una leva per innescare azioni di miglioramento e offrire servizi uniformi su tutto il territorio regionale".


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright