The news is by your side.

Rodi/ Dopo la veleggiata degli agrumi la Regata della Barcolana

6

Il Circolo Nautico Rodi Garganico ha organizzato  insieme alla Società Barcola di Grignano, con il patrocinio del Comune di Rodi Garganico, del Comune di Vico del Gargano, del Comune di Ischitella, del Parco del Gargano, della Provincia di Foggia (su iniziativa dell’Assessorato allo Sport, in sinergia con l’Assessore al Turismo e all’Agricoltura) e della Camera di Commercio di Foggia; la VELEGGIATA DEGLI AGRUMI. Una manifestazione che ripercorre l’antica tradizione garganica dell’esportazione dei suoi prodotti agricoli via mare, a vela, verso il porto dell’Impero Austroungarico, Trieste.
Generazioni di Rodiani infatti, hanno praticato l’arte della marineria per decenni, consentendo così all’intero Gargano di esportare i frutti della sua agricoltura.
Consapevole di tale importante eredità, il nostro Circolo Nautico onora e ricorda la tradizione marinaresca ed agricola del territorio.

La manifestazione iniziata il 29 settembre 2011 alle ore 17.00 con la “pesa” di una zavorra di 100 Kg di agrumi per ognuna delle due barche da regata che hanno partecipato all’evento, si  è conclusa il 2 ottobre 2011 alle ore 15.00 con l’arrivo delle barche a Trieste, in Piazza Unità D’Italia, dove un’altra pesa ha controllato che la zavorra sia consegnata nella stessa misura e dove l’amministrazione triestina ha preso in consegna il carico per ripartirlo tra gli istituti benefici del territorio.

Inoltre, le due barche si fermeranno a Trieste dove stanno partecipando (ieri e oggi) alla Regata della Barcolana, storica manifestazione velica triestina, portando in gara i colori del nostro circolo e la storia del Gargano.

Augurandoci che, come da concrete intenzioni, l’evento divenga dal 2012 la Regata degli Agrumi, quindi gara federale aperta a tutti i velisti che con noi vorranno raggiungere Trieste carichi di agrumi alla volta della Barcolana, ringraziamo fin da ora tutti coloro che ci hanno aiutato alla realizzazione di questo nostro progetto.

E’ stata una grande festa dell’amicizia, dello sport, della vela, della cultura, del mare, del territorio e soprattutto della solidarietà da “porto a porto” lungo tutto l’Adriatico. Tutti pronti a schierarsi in prima fila per “donare” !

Donare con lo spirito

    dell’AMICIZIA, nata occasionalmente ad una fiera, proseguita a Rodi Garganico con la presentazione del libro “Carnia confine tra cielo e terra” e con il connubio del frico croccante con la marmellata di limoni e che ora torna a “ricambiar la visita” a Trieste;
    del VALORE DELL’OSPITALITA’, di cui entrambi i territori vanno fieri e fanno a gara per dimostrarlo sapendo però che quel che conta non è la vittoria ma la condivisione;
    della SFIDA, uno spettacolo insolito ed originale che con due imbarcazioni (Arancia e Limone) parte dal Porto Turistico di Rodi Garganico per arrivare sul fronte mare di Piazza dell’Unità d’Italia a Trieste zavorrate di 100 kg di agrumi ciascuna;
    – del FAIR PLAY, in questa straordinaria collaborazione di due circoli quali sono la Società Velica Barcola Grignano ed il Circolo Nautico Rodi Garganico e di due presidenti, Vincenzo Spina ed Alfredo Ricucci;
    – dell’INFORMAZIONE e della PREVENZIONE, offerti ai partecipanti alla BARCOLINA gli agrumi, punto di forza della dieta mediterranea;
    della SOLIDARIETÀ, consegnato al Direttore dell’Ospedale Infantile BURLO GAROFOLO gli agrumi arrivati via mare al fine di distribuirli alla cittadinanza e raccogliere fondi per la ricerca;
    dell’UMANITÀ, uno dei principi fondamentali della CROCE ROSSA ITALIANA, organizzando una serata a favore del Comitato Provinciale di Trieste;
    della CULTURA, poiché a tutti i partecipanti è stato regalato un biglietto d’ingresso alla Biennale d’Arte;
    del PATRIMONIO DELLA CONOSCENZA, offerto come benvenuto agli ospiti pugliesi andando alla scoperta di un Italo Svevo insolito e sfogliando alcune pagine di “Diario per la Fidanzata” assieme all’attore Matteo Tosi, al Maestro Paolo Zambelli ed al fotografo Marino Sterle;
    – della SINERGIA, trovando nelle istituzioni quali PROVINCIA di Foggia, Delegazione FAI di Foggia e TURISMO FVG dei partner straordinari e sensibili alla promozione dell’evento, della solidarietà e dell’interscambio della promozione territoriale e turistica;
    della COLLABORAZIONE, trovando in un nutrito numero di aziende che hanno immediatamente aderito all’invito ed in associazioni quali il Centro Studi LUIGI EINAUDI, il Comitato FAIR PLAY Trieste, l’Associazione BIENNALE PORTOVECCHIO ed il PUGLIA CLUB Trieste l’immediata disponibilità a dare la giusta accoglienza agli equipaggi ed agli ospiti che arrivano “via mare” ed anche via terra;
    del MATRIMONIO DI SAPORI, sposando i prodotti tipici di Friuli Venezia Giulia e Puglia in una celebrazione delle tradizioni enogastronomiche dei due territori supportati dalla collaborazione con il quotidiano nazionale online di enogastronomia, ambiente e turismo www.mondodelgusto.it;
    di UNA NUOVA SFIDA, domenica 9 ottobre partecipando con Arancia e Limone alla Barcolana numero 43.

La Veleggiata degli Agrumi nasce dalla volontà del Presidente del Circolo Nautico Rodi Garganico Alfredo Ricucci di ripercorrere l’antica tradizione garganica di famiglia dell’esportazione dei prodotti agricoli via mare, a vela, verso il porto di Trieste già porto dell’Impero Austroungarico.

Consapevole di tale importante eredità, il Circolo Nautico vuole con questo evento onorare e ricordare la tradizione marinaresca ed agricola del territorio e pertanto ha ideato questa “Veleggiata”. Ma nulla sarebbe stato possibile senza la ferrea volontà di Barbara “katerpillar” Falconi, la skipper del CNRG che ha coordinato l’organizzazione della Veleggiata a mare.

Le due barche, inoltre, sosteranno a Trieste tutta la settimana per poi partecipare domenica 9 ottobre alla “Barcolana”, storica regata internazionale giunta alla 43^ edizione (nota anche come la regata più affollata del Mediterraneo al quale ogni anno partecipano oltre 2000 barche a vela) portando in gara i colori del circolo e la storia del Gargano.

Obiettivo futuro dell’evento quello di essere il catalizzatore di una veleggiata dal Sud Adriatico verso Trieste a fine settembre, in modo da dare agli armatori del Centro-Sud Italia la possibilità di trasferire lo scafo in sicurezza e in compagnia partecipando ad un evento – di per sé sportivo – ma utile anche a sviluppare la reciproca promozione turistica del territorio e del prodotto tipico.

La manifestazione infatti va a colpire svariati settori tra i quali le attività culturali, educative, sportive e del tempo libero, la salute e l’infanzia, il sociale, la promozione dell’immagine della città e del turismo, la valorizzazione del prodotto enogastronomico locale.

Dopo l’arrivo a Trieste, organizzato grazie alla preziosa collaborazione della Società Velica Barcola-Grignano, un’altra pesa ha controllato che la zavorra sia stata consegnata nella stessa misura; alle ore 17.00 – nel corso delle premiazioni della Barcolina – gli agrumi sono stati ufficialmente consegnati al Direttore dell’Ospedale Infantile Burlo Garofolo per la distribuzione a fini benefici.

Ma la festa non è finita qui: domenica sera, per dare il benvenuto agli ospiti provenienti dalla Puglia, in collaborazione con la PROVINCIA DI FOGGIA e TURISMO FVG è stata organizzata nella splendida cornice del Magazzino 26 in Porto Vecchio “La Notte della Veleggiata degli Agrumi”: sport, cultura, enogastronomia ancora una volta insieme per la solidarietà in una manifestazione tutta dedicata al comitato provinciale della CROCE ROSSA ITALIANA.

La serata, organizzata dal Centro Studio Luigi Einaudi, ha proposto un interessante percorso che lega la cultura all’enogastronomia ed allo sport e tutto all’insegna del FAIR PLAY ed è stata presentata dal presidente del Centro Studi Einaudi Claudio Saccari. Dopo un brindisi augurale, il programma ha previsto: alle ore 20.00 un breve indirizzo di saluto, la presentazione della serata e la consegna da parte di Maurizio Decli, presidente del Comitato Provinciale di Trieste del Fair Play di un riconoscimento ad Alfredo Ricucci e Vincenzo Spina, presidenti rispettivamente di Circolo Nautico Rodi Garganico e Società Velica Barcola Grignano.

La serata è proseguita con "La mia Dannazione" un breve intenso e suggestivo momento in cui Matteo Tosi ha letto alcuni passi da " Diario per la fidanzata" Livia di Italo Svevo di cui quest’anno ricorre il 150° anniversario della nascita; l’attore è stato accompagnato dalle immagini del fotografo triestino Marino Sterle e dalle note del Maestro Paolo Zambelli.

E riprendendo il discorso del “DONARE” iniziale, a tutti i partecipanti è stato donato un biglietto per la Biennale d’Arte al Magazzino 26 di Porto Vecchio che si potrà visitare fino al 27 novembre 2011.

La cena a buffet, il cui costo è di € 25,00 a persona ed il cui incasso è stato devoluto al Comitato Provinciale di Trieste della Croce Rossa Italiana, ha proposto – sotto la regia esperta di Bruno Vesnaver – degli interessanti abbinamenti del gusto tra Friuli Venezia Giulia e Puglia.

La manifestazione che gode del patrocinio della Provincia di Foggia, del Comune di Rodi Garganico e del Comune di Ischitella ed è stata organizzata in collaborazione con diverse aziende delle due regioni oltre che con Provincia di Foggia, Turismo FVG, Ente Parco naturale delle Prealpi Giulie, Parco del Gargano, delegazione FAI Foggia, Comitato Fair Play di Trieste, Puglia Club Trieste e con il quotidiano nazionale online www.mondodelgusto.it.

Un ringraziamento speciale va alla Società Velica Barcola Grignano ed all’Associazione Biennale Portovecchio per l’ospitalità e per la preziosa disponibilità e collaborazione ed in particolare a Vincenzo Spina e Marina Parladori per la SVBG ed a Marina Barbotti e Piero Colavitti per la BIENNALE ed a tutti gli enti, aziende e persone che hanno fatto sì che la manifestazione e la serata si potesse realizzare.

Eva Trinca
 Veleggiata degli Agrumi


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright