The news is by your side.

Turismo – AL TTI DI RIMINI IL “CONSORZIO GARGANO MARE” HA SPOPOLATO

6

 

Rossella Falcone: "E’ meno istituzionale della Bit ma più concreta"

Il Gargano non poteva mancare alla manifestazione fieristica dedicata al settore del turismo svoltasi a Rimini dal 6 all’8 ottobre scorsi in occasione della "TTG Incontri". Assieme al Consorzio degli operatori di Rodi Garganico, "Gargano Mare" era presente con un proprio stand accanto allo spazio regionale.
"Abbiamo voluto continuare la strada intrapresa con la Borsa del Turismo del Gargano che abbiamo organizzato insieme e ci siamo presentati insieme all’evento che si è dimostrato molto positivo per il nostro territorio – ha spiegato il presidente di "Gargano Mare", Rossella Falcone – che ha avuto la possibilità di farsi conoscere sotto il suo profilo naturalistico anche da quelle realtà che lo conoscono ancora marginalmente".

Più di un contratto hanno portato a casa gli operatori turistici del Gargano in occasione dell’evento organizzato da TTG Italia, società del Gruppo Rimini Fiera, che ha fatto registrare ancora una crescita, con un balzo del 14% rispetto allo scorso anno, per un totale di 48.735 presenze.
"Si sono interessati ai nostri territori anche tour operator enogastronomici, che hanno intercettato le masserie in grado di produrre cibi realizzati con i propri formaggi e prodotti. Questo dimostra ancora una volta che il Gargano non è solo mare", l’entusiasmo della Falcone che in occasione della manifestazione fieristica riminese ha rincontrato, fra l’altro alcuni degli stessi buyer ospiti della "Borsa del Turismo del Gargano" dello scorso giugno organizzata in collaborazione con TTG. Alla manifestazione era presente anche la Regione Puglia con uno stand, strutturato in postazioni, messo a disposizioni degli operatori turistici pugliesi per la fase del workshop e il "Consorzio Gargano Mare" di Vieste ha allestito un apposito stand in cui si sono sviluppati i contatti b2b con i tour operator.
"Fondamentali sono gli incontri b2b prefissati che significano per l’operatore sperare di poter chiudere i contratti dal momento che vengono a visitarti direttamente coloro i quali ritengono significativa ed interessante la tua proposta". Per come è strutturata e per la collocazione temporale, la fiera riminese dedicata al turismo rappresenta per Rossella Falcone la vetrina più importante per gli operatori del settore nel panorama nazionale.
"E’ meno istituzionale della Bit, che invece reputo poco concreta dal punto di vista commerciale. Ed è una piazza importante – osserva -, perchè cade in un momento in cui si programma per la prossima stagione, mentre la Bit a febbraio si svolge in un periodo in cui i contratti possono valere per l’anno dopo. Per questo la TTG Incontri è location ideale anche per la collocazione temporale". Interessanti sono anche le prospettive di mercato che apre, non solo in Europa ma anche oltreoceano. Gli operatori di "Gargano Mare" hanno avuto modo di relazionarsi con tour operator di mercati consolidati come Germania, Regno Unito, Polonia ma anche con Finlandia, Svezia, Francia e Spagna, che, assieme a realtà emergenti per la Puglia come Russia, Stati Uniti e Canada, costituiscono un importante bacino per attrarre flussi sul Gargano. Con 600 tour operator provenienti da circa 60 Paesi (con una forte crescita dei buyer provenienti dai Paesi BRIC) e oltre 13mila appuntamenti tra domanda e offerta, "TTI" si è confermato come il più importante workshop di contrattazione del prodotto turistico italiano.
"Per noi è stata più che positiva la partecipazione – conclude infine Falcone-, a maggior ragione quest’anno che, anche secondo i dati diffusi durante la TTI, la Puglia, è dopo il Piemonte la seconda regione italiana a muovere i numeri del turismo. Questo ci fa ben sperare per la prossima stagione".
Roberta Fiorenti – "L’Attacco"


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright