The news is by your side.

E Pugliapromozione parla viestano

5

Vieste gestirà le opportunità di vacanza che vanno dalle proposte balneari alle mete religiose. Il sindaco Nobile: “siamo la località più turistica, lo meritavamo”.

"Penso che Vieste se la sia meritata questa decisione di stabilire qui la sede provinciale di Pugliapromozione, anche perche è località turistica che vanta più presenze turistiche", la soddisfazione del sindaco del comune garganico, Ersilia Nobile, alla decisione del direttore generale dell’organo regionale deputato alla promozione turistica del territorio, Giancarlo Piccirillo, di allocare proprio a Vieste la sede provinciale dell’agenzia regionale, braccio operativo dell’assessorato regionale al Turismo retto da Silvia Godelli, che dallo scorso primo settembre ha sostituito le Apt provinciali. "Penso che una delle motivazioni di questa scelta possa essere stato il fatto che Vieste è anche il comune capofila della proposta dei sistemi turistici locali che sono stati presentati alla Regione, riconoscendo come ente coordinato re la Provincia di Foggia", ha aggiunto il primo cittadino in relazione alla decisione assunta una settimana fa. Due le proposte di Stl candidati al riconoscimento da parte della Regione Puglia: quello del Gargano, e quello dei Monti Dauni&Lucera, rispetto ai quali, compito dell’ ente intermedio è quello di coinvolgere le zone della Capitanata tagliate fuori alla luce della rimodulazione del regolamento che cambia le modalità con cui vengono riconosciuti i sistemi turistici locali, cercando di sollecitare una partecipazione senza antagonismi volta a esaltare tutte le potenzialità territoriali, le varie anime che compongono il sistema turistico, in modo tale che si possa convergere in un disegno unico, perché uno solo sarà il sistema turistico locale che la Regione andrà ad approvare per ogni provincia pugliese. "Non sappiamo ancora come verrà gestita questa sede -ha continuato la Nobile- ma siamo molto orgogliosi di essere riferimento per l’intera provincia e cercheremo di collaborare al massimo con Pugliapromozione per valorizzare al meglio sotto il profilo turistico I’intero territorio della Capitanata". Piccirillo ha inviato la scorsa settimana una comunicazione al sindaco contenete la richiesta del nulla osta per l’utilizzo di locali di proprietà comu-nale in cui per volontà del direttore generale di Pugliapromozio ne verrà allestita la sede provinciale dell’agenzia regionale che andrebbe ad affiancarsi al punto di informazioni tradizionalmente ubicato presso l’ex pescheria comunale. Già dai suoi primi passi, Piccirillo convince gli esperti in fatto di promozione del territorio, in piena continuità con le linee strategiche dell’Assessorato, verso un turismo sostenibile, sempre più integrato con la cultura. Negli ultimi anni, il trentaseienne barese ha maturato esperienza all’Interno della Regione in fatto di utilizzo di fondi strutturali e sviluppo locale. Si è occupato di promozione della cultura nel Teatro pubblico pugliese il responsabile dei progetti Fesr di pugliasounds e di Pugliaevents, che è stato anche il projectleader di Puglia Night Parade. A capo della neonata agenzia regionale ha scelto Vieste per la sua sede provinciale, affidandole il compito di gestire le opportunità di vacanza che vanno dalle proposte balneari agli itinerari naturalistici, dalle mete religiose alle eccellenze del panorama enogastronomico fino alle occasioni di visita che rispondono a esigenze culturali. Naturale per gli esperti di marketing la scelta di Vieste. "Pugliapromozione svolge un’ attività di promozione, appunto, e la va a fare lì dove c’è mercato, dove c’è la domanda, per cui trovo assolutamente funzionale il ruolo di Vieste", il commento di Federico Massimo Ceschin che sulla possibilità che la capitale garganica del turismo possa fungere da anello di congiunzione tra la costa e 1’entroterra rimanda alla volontà agli amministratori locali di farsi interpreti delle potenzialità di un territorio ampio e plurale come quello della Capitanata". La sede potrebbe essere operativa a partire dai primi mesi del 20 12 per andare a regime in primavera.

roberta fiorenti
l’attacco


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright