The news is by your side.

Porto di Vieste/ A breve lavori al “molo sud”

3

Appalto per un milione e 770 mila euro derivanti da fondi di Area Vasta – Ecco cosa sarà realizzato.

 

 In attesa di quella che dovrebbe essere l’ultima conferenza dei servizi, prima dell’autorizzazione ad eseguire i lavori del secondo e definitivo lotto del “Marina di Vieste, vale a dire il grande porto turistico in gestione alla società Cidonio di Roma, altre importanti opere stanno per cominciare nell’ambito del bacino portuale.
Si tratta di lavori che interesseranno il molo sud, per intenderci quello sottostante il lungomare Vespucci ove attualmente sono radicati i pontili privati e insistono i ristoranti e i magazzini dei pescatori. Quest’area sarà oggetto di intervento di riqualificazione rientrante nei finanziamenti di Area vasta, per l’importo complessivo di  due milioni 210 mila euro, di cui un milione 770 mila euro per i lavori veri e propri ed oggetto dell’appalto in via di assegnazione, essendo stata già espletata la relativa gara.

 Si tratta di una importantissima opportunità poiché consentirà di rendere fruibile, adeguandolo alle caratteristiche proprie di un moderno attracco turistico, tutta quella porzione della zona portuale che risente di interventi spontanei e sporadici che ne hanno compromesso l’utilizzo. L’area non rientra prettamente nell’ambito “turistico” del bacino, ma di fatto lo è perché, come detto, al molo sud sono radicati, ormai da anni, i pontili privati dove attraccano la maggior parte dei natanti da diporto.
L’area necessitava di una sistemazione generale, per cui dopo la presentazione delle relative schede progettuali per Area Vasta “Capitanata 2020 – Fesr 2007-2013” si è riusciti ad ottenere il relativo finanziamento che, come detto, ammonta complessivamente a due milioni 210 mila euro.
Secondo quanto progettato dai tecnici Sicuro, Dioguardi e Spina, si procederà, anzitutto, a dotare tutto il molo sud, lungo circa 350 metri, dei servizi (acqua, fogna, luce, telefono, gas). Dopodichè, su un fronte lineare di sette metri per tutto il molo, sarà realizzata un’area attrezzata pavimentata con pietra locale, dotata di panchine, fioriere, illuminazione in stile. Si provvederà, inoltre, a rifare (sempre utilizzando la pietra locale) la grande scalinata che dal lungomare Vespucci porta direttamente al molo e che costeggia l’ex convento dei cappuccini.
Il progetto prevede anche una importante opera riguardante l’indispensabile dragaggio di tutta l’area d’ingresso del bacino portuale a latere dell’isolotto di Santa Eugenia ove sorge il faro. Opera importante per evitare, come già accaduto, pericolosi insabbiamenti dei natanti, sia da diporto sia pescherecci e passeggeri. Indispensabile questo lavoro perché, proprio in questi giorni, è giunta notizia dalla Regione, a risposta a una interpellanza del consigliere Gatta, che non vi sono fondi disponibili per il dragaggio, così come richiesto da anni dal comune di Vieste.
Nel progetto è inserito un altro importante intervento di riqualificazione. Esso riguarda l’ampliamento del lungomare Europa, nel tratto che va dall’ingresso del porto turistico al lido “La bussola” (circa 200 metri), con il quale si accede nel centro abitato, che attualmente presenza un pericoloso restringimento.

Gianni Sollitto


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright