The news is by your side.

Manfredonia – Graduatoria bando per lo sviluppo sostenibile delle zone di pesca

5

 

Su proposta del Comune di Manfredonia, quasi un anno fa, si insediò il Comitato promotore del Gruppo di Azione Costiera denominato "Gac Gargano Mare". Ne fanno parte gli assessori delegati dei Comuni di Manfredonia, Margherita di Savoia, Mattinata, Monte Sant’Angelo, Vieste e Zapponeta, e i presidenti di Agci Agrital, Federcoopesca, Federpesca Puglia e Lega Pesca.

E’ stata pubblicata, nel Bollettino Ufficiale Regionale n. 194 del 15 dicembre 2011, la graduatoria provvisoria dei progetti ritenuti ammissibili a finanziamento in relazione al Bando per lo sviluppo sostenibile delle zone di pesca del Programma operativo Fondo Europeo della Pesca 2007-2013 -Asse IV- Misura 4.1. Obiettivo dell’intervento è quello di aiutare le comunità e le zone di pesca a creare nuove fonti sostenibili del reddito e della qualità della vita. Beneficiari sono, per l’appunto, i Gruppi di Azione Costiera (GAC): un insieme di soggetti pubblici e privati, rappresentativi del tessuto socio-economico del territorio cui fanno riferimento e composti da partenariati locali. Essi sono responsabili dell’attuazione del Piano di Sviluppo Costiero (PSC) presentato.

I Piani di Sviluppo Costiero saranno finanziati fino all’esaurimento delle risorse finanziarie a disposizione, che potranno essere indirizzate nella diversificazione delle attività, nello sviluppo di infrastrutture e servizi, nella tutela dell’ambiente nelle zone di pesca e nell’acquisizione di nuove competenze.

La valutazione di merito è stata effettuata da un Gruppo di lavoro preposto, nominato per valutare il merito e l’ammissibilità dei progetti. I 78 punti totalizzati dal nostro "Gargano Mare" lo hanno portato di diritto alla prima posizione della speciale graduatoria. L’importo totale richiesto è di 2.362.666,67 euro, di questi 1.970.000 con fondi pubblici. Seguono, poi, progetti che vanno da Bari a Nardò passando per Castro e Molfetta.

"Non c’è dubbio che il nostro obiettivo primario – dice l’Assessore alle Risorse del Territorio, Antonio Angelillis – è quello di salvaguardare la nostra categoria, e quando dico ‘nostra’ non lo faccio per caso. Evidenzio, piuttosto, l’impegno unanime da parte delle istituzioni. Abbiamo avvertito tutti l’esigenza di fare squadra, diventando interpreti delle normative europee, per tornare a pescare e continuare nel solco di una tradizione che rappresenta l’essenza della nostra terra”.

"I pescatori – afferma Angelo Riccardi – sono degli eroi, lo penso e lo dico da sempre. Nessuno può permettersi di giocare sulle pelle di questa categoria, ultimo presidio economico di Manfredonia, che rappresenta una voce fondamentale per la nostra economia e, soprattutto, per la nostra identità. C’è un settore importante dell’economia di questa terra che rischia il collasso. In un momento storico come quello che stiamo vivendo non possiamo permetterlo ed i nostri sforzi sono indirizzati in questa direzione".

Il Gruppo di lavoro ha dato mandato per procedere ad una fase di concertazione con gli eventuali beneficiari, mediante confronto, allo scopo di formulare proposta di modifica o di integrazione dei Piani di Sviluppo Costiero, compreso il piano finanziario, per migliorarne le potenzialità, renderlo maggiormente coerente con i fabbisogni individuati e adeguarlo alle procedure previste.

Il Gruppo di lavoro, a seguito della presentazione del Piano di Sviluppo Costiero definitivo, provvederà ad esprimere un parere sullo stesso e si andrà a redigere, successivamente, la graduatoria definitiva.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright