The news is by your side.

Promozione/ Gargano Calcio, inversione di rotta

18

Tre sconfitte consecutive hanno finito per lasciare il segno, ma la squadra conta di recuperare. E intanto il Consorzio sembra già molto attivo sul mercato.

Pronti ad invertire la rotta dopo le tre sconfitte consecutive che han­no fatto scivolare leggermente in classifica la matricola Gar­gano Calcio nel campionato di Promozione. Domani arriva il Melphic­ta Molfetta e nonostante la forza dell’organico dei baresi, la compagine del patron Agostino Triggiani vuole i tre punti. Ora non che il cammino sia entu­siasmante, ma in casa del Gar­gano calcio non si è affatto smarrita la strada dell’ottimi­smo. Il presidente traccia un bi­lancio votato al realismo e de­dito agli aspetti migliorabili, inattesa di qualche intervento sul mercato che, come confer­ma il numero uno, si prospetta oculato. Nonostante tutto, Triggiani si dice soddisfatto. «Del com­portamento e dell’impegno so­no soddisfatto, dei risultati un po’ meno – ammette – perché si poteva raccogliere qualche punto in più, soprattutto nelle partite in cui abbiamo espresso un buon gioco senza poi portare a casa il risultato. Non dimentico, tuttavia, che siamo di fronte ad una delle squadre più giovani di questo campio­nato, che al di là di qualche gara ha giocato alla pari con tutte le formazioni fin qui affrontate». Parte il calciomercato. «Stiamo valutando delle ipotesi, ma dobbiamo sempre considerare il bilancio e il budget a dispo­sizione. Vorremmo intervenire per consegnare all’ allenatore un’alternativa nel reparto di­fensivo, però se i costi saranno alti, resteremo così come sia­mo; la priorità è quella di creare un connubio tra gestione e competitività della squadra». Domani il Melphicta Mol­fetta. «Sono fiducioso, la squa­dra proverà a fare il massimo per strappare un risultato utile. Attenzione al Molfetta, comun­que, formazione organizzata e in netta crescita sul piano dei risultati servirà il miglior Gargano calcio per venirne a capo». L’organico è sempre monco, tanti in infermeria. «Restano da valutare le con­dizioni di alcuni giocatori ac­ciaccati, altri, non sono al mas­simo della condizione. Manca­no però alcuni giorni alla sfida, abbiamo tempo a sufficienza per recuperare delle pedine nei vari reparti». E come al solito il pubblico del territorio non farà mancare il suo apporto: domenica gli spalti potrebbero presentare un bel colpo d’occhio.

(Ant. Vill.)


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright