The news is by your side.

Vieste/ Anziana donna brutalmente aggredita in casa (2)

1

Sequestro lampo a Vieste coinvolti due anziani coniugi. Rapinatori via con 30mila euro e armi custodite in cassaforte.. Momenti di “Arancia Meccanica”per le due vittime. I malviventi hanno agito in pochi minuti.

Sequestro di persona, rapina, violenza privata: sarebbero questi, ed altri, i reati consumati a Vieste ai danni dei coniugi Germinelli, ultrasettantenni del luogo. Sul grave fatto stanno indagando i carabinieri della tenenza di Vieste, coadiuvati da quelli della compagnia di Vico del Gargano e del Gruppo provinciale di Foggia. Gli anziani sono stati vittima, l’uomo di un sequestro lampo, e la donna di aggressione e rapina. Stando a quanto hanno ricostruito i carabinieri della locale tenenza, l’altra mat­tina, intorno alle 9, all’abitazione di An­tonimo Germinelli, agricoltore pensionato di Vieste, hanno bussato due persone. Prima di aprire, la moglie di Germinelli, Isabella Cavaliere, ha chiesto di qualificarsi ricevendo risposta da uno dei due che si trattava, pare, di un nipote. L’anziana, del tutto incon­sapevole, a quel punto ha aperto la porta ed è stata subito aggredita dai due individui che avevano il volto coperto e, sembra, indossassero i guanti. L’anziana è stata anche picchiata e poi legata con del nastro adesivo. I due malviventi, pare a colpo sicuro, si sono diretti verso una cameretta-ripostiglio dove era custodita la cassaforte contenente, oltre ai risparmi della coppia di anziani, anche un fucile da caccia e una pistola, armi legalmente detenute dal Germinelli. I due, non riuscendo ad aprire la porta del ri­postiglio, l’hanno sfondata e dopo aver forzato la cassaforte ed essersi impossessati del pre­zioso contenuto (pare 30 mila euro), sono fuggiti, facendo perdere le loro tracce. La donna, a questo punto, ha cercato di chiedere aiuto e solo dopo circa mezzora dall’ag­gressione è stata soccorsa dai figli soprag­giunti per farle visita. Questi hanno dovuto forzare un balcone per riuscire ad entrare in casa in quanto la porta era chiusa a chiave. Infatti, prima della rapina gli stessi mal­viventi (o altri) si sono presentati in cam­pagna, località "Monte Giordano" dove si trovava, come al suo solito presso la sua azienda Antonio Germinelli e un suo ope­raio, sequestrandoli entrambi e conducendoli con forza ad alcuni chilometri di distanza, in zona "Piano Grande", dove sono stati ab­bandonati non prima di farsi consegnare le chiavi di casa. I due avrebbero poi raccontato ad alcuni passanti quanti loro accaduto. E’ scattato, quindi, l’allarme con l’intervento delle forze dell’ordine. La donna, poi medicata al pronto soccorso, nonostante lo shock subito è stata in grado di raccontare il tutto al carabinieri che hanno disposto posti di blocco e perquisizioni. Controlli che finora non hanno dato alcun esito ma che continuano a tutto spiano su tutto il territorio.

—————————————————————————————————————–

Informazione pubblicitaria

IDROTEST

Studio di Biologia
Laboratorio di Analisi Acque e Alimenti
Via Madonna della Libera: 36 – Vieste –
 Tel.Fax 0884.705528
www.idrotest. It
 e-mail:info@idrotest.it

Da oltre trent’anni offre alle aziende pubbliche e private competenze e professionalità che lo hanno reso leader nel settore della consulenza in materia di igiene, sicurezza alimentare (HACCP) e di analisi di acque e di alimenti.
Idrotest s.a.s, è noto da sempre per la precisione e l’accuratezza dei risultati.

 

—————————————————————————————————————–