The news is by your side.

Efficientamento energetico/ Il Patto dei sindaci non ha soldi per partire

1

In Capitanata coinvolti 36 Comuni, finanziamenti solo ai soggetti attuatori. Pazienza: «Abbiamo i piani di azione già approvati, faremo i bandi entro aprile».

 

Sull’efficientamento energetico degli edifici pubblici è corsa contro il tempo. In Capitanata trentasei comuni (23 dei quali nel Subappennino) hanno chiuso le pro­cedure e formalizzato i «piani d’azione» con l’Unione europea che permettono di partire con i lavori (da completare entro il 2018). Tuttavia allo stato i sindaci, che hanno stretto un «patto», dovranno affidarsi al bando pubblico per reperire i fi­nanziamenti contrariamente a quanto si pensava all’inizio di questa esperienza. «I bandi – spie­ga l’assessore provinciale alle Po­litiche energetiche, Pasquale Pa­zienza – li faremo entro la scadenza del nostro mandato (fine aprile: ndr), lasceremo un testi­mone a chi subentrerà. Purtroppo la modalità del finanziamento si è rivelata più complicata del previsto, in quanto confi­davamo che i fondi venissero fuori dalle risorse riservate alle regioni comprese nell’Obiettivo 1 (aree a rallentata crescita:: ndr). Tuttavia la programmazione 2007-11 non prevede questo genere di erogazioni, da qui la difficoltà a implementare velocemente i piani d’azione». L’Unione europea prevede comunque meccanismi di finanziamento tramite terzi attraverso la Bei, la banca europea per gli investimenti. Il tavolo di coordinamento provinciale verrà convocato dall’assessore Pazienza «en­tro la metà di marzo», dopo una fase di stand-by che non ha riguardato soltanto la Capitanata. «C’è stata una ri­flessione a livello europeo su questi temi di politica – generale – spiega Pazienza – l’indirizzo di intervento non si discosta comunque dai bandi pubblici che erano stati all’origine anche del nostro ragionamento. In sede di tavolo di coordinamento valuteremo modalità e tempi di emanazione dei bandi per la selezione di soggetti privati che potranno finanziare i piani di azione. Parliamo di soggetti con particolari caratteristiche (energy services company: ndr) iscritte nella mappatura del Gse, il ge­store energetico nazionale». Il «patto» sul territorio è abbastanza ramificato: oltre al Subappennino, l’area più strutturalmente vocata dal punto di vista, figurano nell’elenco anche Cerignola, San Severo, Mattinata, Monte Sant’Angelo, San Giovanni Ro­tondo.

 

———————————————————————————

Informazione pubblicitaria/

Le offertissime di oggi (PER IL 1° SABATO DI S.MARIA DI MERINO) del SuperMrcato OLMO

 – SALAME SPIEZIA UNGHERESE/MILANO/NAPOLI  € 0,95 l’etto
 
– MELE GOLDEN    € 0,99 Kg

SuperMercato OLMO-Despar a Vieste sul viale XXIV Maggio

Dove non solo il lunedì è più mercato del mercato
 

 

——————————————————————————————–