The news is by your side.

Evade dai domiciliari 20enne di Vieste che rapinò oreficeria a Vico Del Gargano

46

Era uno della banda dei "tre mascherati".

 

I Carabinieri di Foggia hanno eseguito un provvedimento restrittivo nei confronti di Francesco Piemontese, classe ‘94 di Vieste. L’uomo si è reso responsabile di violazioni della misura degli arresti domiciliari a cui era sottoposto per essere stato arrestato più volte per evasione. A seguito delle violazioni riscontrate dai Carabinieri, in ragione della pericolosità di reiterazione di analoghe condotte criminose, il tribunale di Foggia applicava a suo carico la misura cautelare della custodia in carcere. L’uomo è comunque maggiormente conosciuto in area garganica; di lui si ricorda, nel dicembre del 2013, la rapina consumata insieme ad altri due complici con volto coperto da maschere carnevalesche di gomma ed armati di pistola, all’interno dell’oreficeria “Russi” di Vico del Gargano.
I malfattori, dopo aver immobilizzato l’orefice con nastro adesivo (applicato ai polsi della vittima) lo obbligavano con forza ad entrare all’interno di un piccolo magazzino interno all’esercizio commerciale. Subito dopo i rapinatori asportavano degli oggetti in oro presenti sugli scaffali e allarmati dalla presenza all’esterno del locale di alcuni familiari della vittima, si davano alla fuga esplodendo dei colpi di arma da fuoco in aria. Le indagini dei Carabinieri consentivano di individuare l’autovettura usata per il compimento della rapina, una Fiat Punto in uso al cognato di uno dei rapinatori e ad identificare due degli autori del reato, uno era Piemontese Francesco e l’altro Mastromatteo Francesco. Nel contesto si rinveniva una riproduzione di una pistola a tamburo, una maschera carnevalesca di gomma riproducente un volto umano e parte della refurtiva asportata al Russi.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright