The news is by your side.

Salta il Varano LakeTriathlon

6

Pochi soldi dalla Regione. Non ci sarebbero le risorse idonee per organizzare un grande evento, e lo staff aspetta ancora i contributi regionali per l’edizione 2013. “Peccato era un bel progetto per Ischitella e non”.

 

 Sole, mare, natura, sport. No, togliete sport. Quest’anno il Gargano sarà tutto ciò che è sempre stato: avrà il solito mare cri­stallino, ci sarà sempre il sole battente, ma molto meno sport. Pare infatti certa la noti­zia lanciata direttamente dagli organizzato­ri, che due eventi clou dell’ estate garganica non verranno riproposti almeno quest’anono, poi chissà. – Stiamo parlando del Varano LakeTriathlon e del Gargano Qlympic Triathlon, due manifestazioni sportive che nel corso degli annii hanno portato nella Montagna del Sole migliaia di turisti, appassionati dello sport e curiosi. Quest’anno, però, tutto pare andato in frantumi, e come sempre di questi tempi, alla base della scelta forzata degli organizzatori di non ri­proporre l’evento ci sarebbe la mancanza di fondi. Che, a dire il vero, non arrivano dai pri­vati, quegli sponsor che hanno investito e creduto fortemente nei due appuntamenti, ma dal pubblico, con Regione e Comuni che non possono più sostenere certe spese. ‘ "Noi dobbiamo ancora prendere i soldi del 2013" lamenta Fabrizio Cutela, uno degli organizzatori del Varano Lake insieme a Mi­chele Falco, ed altri volontari. che quest’anno dovrà dire addio alla loro creatura e pen­sare a come fare per riproporla per il prossi­mo anno. Cutela sa che i tempi sono quelli che sono e non dà colpe a nessuno, solo che loro, di tasca propria; non possono antici­pare somme esorbitanti per un cittadino qualunque. Quanto costa realizzare il Varano Lake Tri? "Tra i cinquanta e i sessantamila euro" spiega Cutela, che continua "Non abbiamo voluto proporre la corsa parrocchiale, con tutto, il rispetto. Avevamo l’intenzione di portare nel Gargano un evento che fosse di richiamo internazionale, e per ben quattro anni consecutivi ci siamo riusciti. Poi, però, quando ti vedi venire meno certi finanziamenti, non puoi portare avanti progetti ambiziosi". Quest’anno, dunque, passa. "Stiamo per prendere i soldi dalla Regione stanziati per l’edizione del 2013, e a breve avvieremo le pratiche per richiedere quelli che ci spetta­no per il 2014" prosegue l’atleta ed organiz­zatore del Varano Lake Tri "Senza garanzie, non potevamo andare avanti. Non ci sono proprio le possibilità. Le spese siamo sem­pre riusciti a coprirle, ma non possiamo anticipare nuovamente delle somme piutto­sto alte. Sia chiaro, non voglio fare polemica, so che il momento è quello che è in par­ticolare sono i piccoli Comuni a stare senza soldi. Semplicemente, prendiamo atto di questa situazione e quest’anno non la orga­nizziamo". Quindi, se l’anno prossimo riu­scite a trovare fondi, ci riproverete? "Certo, perché no?" assicura Cutela, che prosegue "Ci spiace non poter continuare quest’av­ventura anche perché al centro del nostro progetto c’era la promozione dell’intero territorio garganico e in particolare di Ischi­tella.Vieste, ovviamente, è già nota per altro, ma Ischitella poteva ottenere più visibilità da questo evento". Cutela è davve­ro dispiaciuto. per la mancata organizzazio­ne dell’edizio­ne di quest’an­no del Varano Lake Tri, ma a Vieste non è che se la passino poi tanto meglio, anzi. Anche il Gargano Olympic Tri salta que­st’estate, e non pare possibile un recupero in extremis dei fondi che servono per porta­re a termine il lavoro di un anno vanificato da quella che pare un’assenza programma­tica per non dire di liquidità da parte del­l’ente regionale, l’assessorato al turismo, che è preposto ad erogare fondi per questi eventi. Così Michele Falco, un altro organizzatore della manifestazione sportiva: "Quando perdiamo eventi importanti sul territorio, chi ci rimette alla fine è sempre lo stesso, di­ventando meno attraente e meno competi­tivo. Senza il Varano Lake Triathlon e il Gar­gano Olympìc Triathlon di Vieste quest’an­no non abbiamo perso solo numeri ma anche una grande opportunità di crescita". Come dargli torto? Insom­ma, quando mancano i soldi, manca tutto, è inutile girarci intorno. Quando mancano soldi regionali, poi, la cri­si è ancora più sentita. Lo sanno bene non solo gli organizzatori delle manifestazioni sportive che in passato hanno animato e promosso il Gargano, ma anche i vari staff dei cinque festival della Capitanata che, co­me testimonia il Suon ln Cava ad Apricena, non si organizzano più in pompa magna se mancano le garanzie dalla Regione. L’assessora Silvia Godelli, dunque, dovrà impegnarsi parecchio per cercare dì risolle­vare le sorti di questi due eventi che erano diventati punti importanti nel panorama attrattivo estivo del territorio garganico. Lo chiedono i turisti, gli imprenditori ricettivi, lo chiedono gli atleti, i ragazzi che lavorano all’organizzazione di eventi di questo gene­re, ma soprattuttolo chiede il Gargano, che ha l’obbligo di rialzarsi dopo la catastrofica alluvione di settembre scorso.

Giuseppe Fabio Ciccomascolo
L’attacco

———————————————————————————————————————-


Informazione pubblicitaria/ La primavera comincia prima alla Parafarmacia S. Maria

A partire dal 1° Marzo IMPERDIBILI OFFERTE sul nostro reparto di Dermocosmesi:
fino ad esaurimento scorte SCONTO DEL 30% su RILASTIL, ROC, LA ROCHE POSAY.

Parafarmacia Santa Maria, la risposta alla tua personale ricerca di Salute e Benessere.

———————————————————————————————————————————–


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright