The news is by your side.

Atletico Vieste – Sconfitta di misura in Coppa Italia contro il colosso Cerignola

32

Alla prima uscita stagionale davanti al proprio pubblico, l’Atletico Vieste regge il campo contro la corazzata Audace Cerignola uscendo sconfitta solo per 1-0, gol su rigore messo a segno da Lasalandra sul finale di primo tempo.

Dalla lettura delle formazioni ci si aspettava ben altra partita e, soprattutto, ben altro risultato: forte, ben attrezzata, e di grande esperienza quella ofantina; giovane, da amalgamare e da puntellare quella garganica. Ma il campo ha raccontato ben altro: possesso palla e occasioni per gli ospiti ma locali che non hanno sfigurato, nonostante la preparazione atletica è iniziata da appena 10 giorni.

La dirigenza dell’Atletico Vieste rinuncia all’incasso stabilendo per l’ingresso un’offerta di 3 euro da devolvere interamente in favore delle popolazioni colpite dal sisma del 24 agosto scorso. A loro sarà versata la somma di 1.012 Euro. Prima del fischio d’inizio, doveroso il saluto agli ex Vito Morra e soprattutto ad Angelo Colella, protagonista di numerosi campionati in maglia viestana.

Tre minuti e Albanese sciupa una ghiotta occasione da dentro l’area, esaltando i riflessi di Innangi che manda in angolo. All’undicesimo Morra parte in progressione da destra e crossa ma due suoi compagni mancano l’appuntamento col gol per pochi centimetri. Poco dopo il quarto d’ora, Lasalandra appoggia per l’accorrente Albanese che incrocia senza centrare lo specchio della porta.

Subita la sfuriata iniziale, i padroni di casa prendono le giuste misure agli avversari e si fanno notare con le iniziative di Silvestri (nell’inedito ruolo di regista), De Vita (al ritorno a casa dopo aver disputato qualche campionato in Basilicata) e Cesar Kouame, il beniamino di sempre della gradinata.

Alla mezz’ora il sig. Doronzo di Barletta ferma il gioco e concede un time-out alle due formazioni, per consentire ai giocatori di rinfrescare le idee… e non solo quelle.

Al 39mo i locali gestiscono male un calcio d’angolo a proprio favore consentendo al solito Albanese di involarsi palla al piede fino al limite dell’area avversaria, dove appoggia per l’accorrente Amoruso il cui tiro viene deviato in angolo da Innangi, ben appostato sul primo palo. Caldo e stanchezza si fanno sentire nelle file viestane, che al 41mo restano imbambolati nella propria linea difensiva con Sollitto che ferma con la mano il pallone evitando a Lasalandra di cercare la via della porta. Dal dischetto lo stesso capitano ospite realizza l’unico gol della giornata.

Ripresa a ritmi decisamente blandi, con l’Audace Cerignola costantemente in possesso palla e l’Atletico Vieste ben disposto in campo per difendere la propria porta. Il primo sussulto giunge al 16mo con Morra che da almeno 20 metri calcia con violenza centrando la traversa. 

I cambi effettuati dai tecnici (Dimauro per Langi e Darenzo per Sicignano nel Vieste; Oliva, Russo e Colucci per Rinaudo, Morra e Amoruso nel Cerignola) non davano i risultati sperati e la gara si spinge lentamente verso il triplice fischio, preceduto dall’ennesima parata di Innangi su conclusione a botta sicura di Oliva.

Con soli 10 giorni di preparazione e alla seconda partita dopo l’amichevole di mercoledì a Monte Sant’Angelo, il pubblico viestano temeva una debalce ben più ampia soprattutto perché l’avversario è stato allestito per dominare il campionato di Eccellenza Pugliese, ma così non è stato: buone notizie giungono dal reparto difensivo, con Sollitto e Telera già ben affiatati e Caruso attento sull’esterno; dalla linea mediana in avanti qualcosa si è visto ma ci si aspetta un po’ più in qualità e quantità (fondamentale sarà l’apporto dei tanti indisponibili tra cui gli esperti Milella e Trotta). 

Messo da parte il turno di andata di Coppa Italia, domenica inizia il campionato con la lunga trasferta a Gallipoli; i salentini hanno chiuso con un pari senza reti la trasferta odierna al Capozza di Casarano.


Atletico Vieste – Audace Cerignola 0-1

Atletico Vieste: Innangi, Langi (34st Dimauro), Caruso, Kouame, Sollitto, Telera, Devita, Silvestri, Facecchia, La Forgia, Sicignano (24st Darenzo). A disposizione Saracino e Milella. Allenatore Franco Cinque

Audace Cerignola: Marinaro R., Cappellaro, Rinaudo (18st Oliva), Ciano, Colangione, Albanese, Marinaro C., Colella, Morra (36st Russo), Lasalandra, Amoruso (18st Colucci). A disposizione Vurchio, Borrelli, Matera, Gadaleta. Allenatore Massimo Gallo.

Arbitro il sig. Giuseppe Doronzo della sezione di Barletta, assistenti Pasquale Vitobello di Barletta e Pio Carlo Cataneo di Foggia.

Rete: 41pt Lasalandra su rigore (AC)

Ammoniti: Devita, Kouame, Telera (AV), Rinaudo, Colucci, Albanese (AC)

 


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright