The news is by your side.

Allarme criminalità nelle campagne di Capitanata: Coldiretti incontra Minniti

37

Riflettori del Ministero degli Interni puntati sul ‘caso Puglia’ e sui fenomeni di criminalità così frequenti nelle aree rurali da allertare il Ministro Minniti che, sollecitato dall’Osservatorio sulla criminalità nell’agricoltura e sul sistema agroalimentare, segnatamente dal presidente del comitato scientifico, l’ex Procuratore Gian Carlo Caselli e dall’ex Procuratore Cataldo Motta, ha garantito al Presidente di Coldiretti Puglia, Gianni Cantele, che attiverà immediatamente gli strumenti idonei ad arginare furti e atti intimidatori nelle campagne pugliesi.
I comuni maggiormente interessati da questo problema sono: Cerignola, Lucera, Orta Nova, Torremmaggiore, San Severo, San Marco in Lamis, S. Giovanni Rotondo, Poggio Imperiale, ma il fenomeno è diffuso su tutto il territorio provinciale.
La tipologia di furti risulta essere di varia natura – fa sapere Coldiretti – Si passa dalla sottrazione del raccolto dalle piante in campo, alle aggressioni per il furto dei mezzi agricoli e/o delle attrezzature e/o del bestiame, dei raccolti già messi su cassoni, o addirittura alla sottrazione dei cavi di rame e del ferro. Molto diffusa è la razzia dei mezzi agricoli con la successiva richiesta di riscatto.
Le denunce effettivamente presentate sono una percentuale di molto inferiore (circa 20%) al reale eventi accaduti, nonostante le costanti sollecitazioni a denunciare i fatti.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright