The news is by your side.

BASKET SERIE C GOLD/ IL BASKET REGIONALE PRONTO A RIMETTERSI IN MOTO, COACH CIOCIOLA E IL VIESTE IN ANSIA

203

Qualcosa si muove anche per il ba­sket regionale. Dopo mesi di silen­zio assordante si cerca di andare oltre il covid, che ha tenuto lontane dal campo per diversi mesi dalla palla a spic­chi le squadre di serie C Gold e Silver. La Federazione, infatti, dopo l’ultimo Dpcm che resterà in vigore fino al 5 marzo pros­simo, ha richiesto al Coni un aggiorna­mento dell’elenco dei campionati di premi­nente interesse nazionale. Nella richiesta sono stati inseriti tutti i campionati seniores maschili e femminili, con l’aggiunta della C Gold e C Silver maschile, della serie D, B femminile e dei campionati giovanili. E il Coni ha dato il via libera, come conferma il coach della Sunshine Vieste, Gianpio Ciociola:“Il 18gennaio il consiglio federa­le si è riunito deliberando a fine seduta il nuovo riordino dei campionati, ora tutti i se­nior regionali e under regionali sono di in­teresse nazionale”. L’escamotage per­mette così il ritorno al basket giocato, e per­mette di svolgere allenamenti a porte chiu­se a prescindere dal colore della Regione di competenza: sarà sufficiente sottoscri­vere un’autodichiarazione che attesti i “comprovati motivi” per recarsi in palestra e svolgere attività sportiva di contatto. Con il placet del Coni e l’immediato aggiorna­mento dell’elenco dei campionati, il conto alla rovescia è cominciato: “La data indica­tiva è il 7 marzo prossimo, credo dunque che ci sia tutto il tempo per presentarsi alla prima di campionato in una forma”, riflette Ciociola, riconfermatissimo sulla panchina dei garganici. L’idea di massima prevede un numero minimo di 14 gare di regular season da disputarsi entro il 20 giugno. An­che se sul punto le opinioni sono discor­danti, ed è già emersa una forte spaccatu­ra tra i club che sono pronti a tornare in pa­lestra e quelli che non sono intenzionati a mettere a rischio la salute dei loro tessera­ti per un’attività oltretutto non professioni­stica. Possibile quindi che, a fronte di rischi retrocessione vicini allo zero visto l’elevato numero di posti disponibili per la stagione 2021 -22, si vada incontro a campionati con un numero di partecipanti ridotto rispetto al­le avanti diritto. Il Vieste al via in C Gold ci sarà, parola di coach Ciociola: “La voglia di ripartire è tanta. La mancanza dal campo comincia a farsi sentire. Sono in contatto sia con i miei ragazzi che con quelli delle giovanili di Manfredonia, e il ritornello è sempre lo stesso ‘coach quando ricomin­ciamo’? Ciociola aspetta indicazioni, ma nel frattempo gli incontri con la dirigenza della Sunshine si infittiscono: “L’ultima vol­ta è stato una decina di giorni fa – dice -. Si aspetta di capire come la FIP pensa di far ripartire i campionati. Nel frattempo insie­me al mio staff abbiamo messo a punto un programma di lavoro fisico e tecnico personalizzato che i ragazzi dovranno svolge­re individualmente”. Obiettivo farsi trovare pronti fisicamente e mentalmente per una stagione che si preannuncia molto sui ge­neris: ”E’ stata allestita una squadra molto giovane, l’unico che vanta esperienza in questa categoria è il play Gramazio. Visto il momento non poteva essere diversamen­te, sono molto contento del gruppo costrui­to col team manager Gianluca Monacis. Abbiamo ragazzi di prospettiva come Spillantini e Volpe, Ciambrone può darci la ma­turità che serve sotto le plance, e poi siamo riusciti a riportare a casa Tommaso Lauriola, un under di Vieste che lo scorso anno era a Trani. Con loro ci sono alcuni ragazzi un­der da poter inserire. Il punto interrogativo è rappresentato dagli stranieri, che sono stati liberati considerato che in altri campionati europei siè continuato a giocare”. Nessuna data certa, nessuna certezza. Ma nel frattempo a Vieste il count-down è co­minciato.

Fabio Trallo

l’attacco