The news is by your side.

COVID PUGLIA, PREOCCUPA CRESCITA CURVA CONTAGI: OLTRE 1400 NUOVI CASI E 32 MORTI. TASSO POSITIVITÀ SCHIZZA AL 14,29%.

219

I CASI IN PROVINCIA DI FOGGIA 147

In Puglia, secondo gli ultimi dati diffusi nel consueto bollettino regionale, continua a crescere in modo preoccupante la curva dei contagi: nelle ultime 24 ore sono stati registrati stati registrati 1.438 casi positivi (846 in provincia di Bari, 129 in provincia di Brindisi, 92 nella provincia BAT, 147 in provincia di Foggia, 87 in provincia di Lecce, 334 in provincia di Taranto, 2  casi di residenti fuori regione, 1 caso di provincia di residenza non nota) su 10.058 test analizzati: il tasso di positività sale al 14,29% (ieri era dell’11%).

In aumento, purtroppo, anche il numero dei morti: oggi sono 32 rispetto ai 29 di ieri. 

Ugualmente in crescita il numero degli attualmente positivi che è 33.806 (+198) mentre il numero dei guariti oggi è di 113.542, +1268 rispetto a ieri. Rimangono per lo più invariati i ricoveri nelle strutture sanitarie pugliesi: 1449 oggi rispetto ai 1448 di ieri.  

Insomma, tutti gli indicatori sembrano essere orientati verso la cosiddetta terza ondata e, a tal riguardo, si è espresso anche il sindaco di Bari, nonchè presidente Anci, Antonio Decaro: «Dalla valutazione dei 21 parametri che verrà fatta domani, capiremo se cambierà il colore della regione e quindi le restrizioni. Di sicuro ci saranno novità sulle scuole, perché anche se non diventeremo sicuramente zona rossa ci saranno restrizioni in alcuni territori, perché c’è il dato nell’ultima settimana dei 250 contagi ogni 100mila abitanti che porterà a delle modifiche».

LE PAROLE DI LOPALCO – «Il valore Rt è ancora inferiore a 1, ma gli indicatori di diffusione del contagio ci pongono in rischio moderato. Dobbiamo aspettare il giudizio della Cabina di regia perché con rischio moderato potremmo essere anche classificati in fascia arancione”: lo spiega l’assessore alla Salute della Regione Puglia, Pierluigi Lopalco in merito alla situazione epidemiologica pugliese. La Puglia è da due settimane in zona gialla, ma il numero dei contagi Covid sta aumentando favorito, come sostengono gli esperti, dal diffondersi della variante inglese. Anche la fondazione Gimbe oggi segnala un incremento settimanale di nuovi casi del 30% rispetto alla settimana scorsa, bisognerà però attendere domani l’esito della riunione della Cabina di regia per capire se la Puglia passerà in zona arancione. 

VACCINI, SCOPPIA LA POLEMICA – «Mi giungono voci di gravissime crepe nel piano vaccinale e in particolare di fatti gravissimi accaduti qui in Puglia». Lo scrive su Fb il segretario del Pd Puglia, onorevole Marco Lacarra


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright