The news is by your side.

S. NICANDRO/ “INTITOLIAMO LA SALA CONSILIARE AL SINDACO STRONCATO DAL COVID”. LA CONSIGLIERA DI SALVIA PER RICORDARE COSTANTINO CIAVARELLA.

194

Con una missiva in­dirizzata all’intero consiglio comunale e al suo presidente, la consigliera comunale Maura Di Salvia ha chiesto di inserire un accapo nel prossimo consiglio comunale per la proposta di intitolazione della sala consigliare o altro bene dell’Ente a Co­stantino Ciavarella, sindaco in carica scomparso un paio di mesi fa per Coivid.

«Diviene opportuno – si legge -, tenere un momen­to di ricordo della per­sona, del medico, del sindaco. Chiedo ed auspico – scrive ancora Di Salvia -, che nella prossima assise sia posto come primo punto all’ordine del gior­no con l’opportunità di intitolare la sala consi­gliare al compianto primo cittadino». Nello stesso tempo Di Salvia si auspica che vada salvata l’eredità politica di Ciavarella. «Ha dispensato, nel suo percorso di vita, lezioni di umanità, di moderazione e di mediazione disinteres­sata – rimarca la consigliera -. Si è pro­digato incondizionatamente per la sua comunità, profondendo impegno assoluto in favore dei più deboli.

Non ha mai anteposto la politica al senso di umanità, di rispetto e di mutuo soccorso del prossimo. La sua era una politica esercitata sempre senza personalismi ed interessi. Con la sua con­dotta di vita ha consentito legalità e giustizia. Que­sta è la grande eredità politica lasciataci dal no­stro amato e caro sindaco – conclude -. La buona e sana politica, senza pro­clami, dovrebbe con sen­so di collaborazione ed unione, sempre nel senso del dovere, lavorare in questo senso. Non vi sarà coalizione politica pre­sente o futura che tenga se questo insegnamento di vita non verrà rispettato. Partiamo dal buon esempio del sindaco Ciavarella e lavoriamo per San Nicandro».

La parola ora passa all’assemblea cit­tadina e al suo presidente.

Anna Lucia Sticozzi


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright