The news is by your side.

DOMANI E DOMENICA 16 MAGGIO 2021, A PARTIRE DALLE 10,00, TORNANO LE GIORNATE FAI DI PRIMAVERA IN PUGLIA.

131

Venticinque i beni aperti, raccontati dai Narratori storici che si occuperanno di spiegare caratteristiche architettoniche, strutturali e ambientali delle opere. Con loro gli Apprendisti Ciceroni, già vincitori del premio Premio dell’Unione europea per il Patrimonio Culturale.

Con le Giornate di Primavera del 15 e 16 maggio il FAI (Fondo per l’Ambiente italiano) torna nelle piazze di tutta Italia per proporre, ancora una volta, alla tutela e alla valorizzazione i tanti beni archeologici, architettonici, storico artistici e paesaggistici di cui il nostro Paese è ricco. Lo fa in Puglia in 16 località, aprendo, con i suoi volontari e in collaborazione con istituzioni ecclesiastiche, amministrazioni pubbliche, privati, beni spesso poco conosciuti o del tutto ignoti. Si propone come battistrada per quanti, associazioni di professionisti o singoli, vorranno inserire alcuni di questi beni nei percorsi offerti ai turisti che verranno in Puglia questa estate e nei successivi mesi ed anni. L’elenco dei beni è noto da qualche giorno attraverso la stampa ed è consultabile attraverso il sito giornatefai.it cui occorre accedere per prenotare la visita, che si svolgerà nel rispetto delle norme anti Covid. Da Castelfiorentino, vicino Torremaggiore, al Museo diocesano di Andria, dalla Chiesa di san Sebastiano di Gravina al Chiostro della Biblioteca Comunale di Putignano, dal Santuario diocesano Mater Domini di Laterza alla Chiesa di Santa Maria di Costantinopoli di Cisternino, dalla Torre Palane di Lecce al teatro di Nardò, la Puglia è tutta da visitare, sostenendo il FAI e la sua azione per la tutela dei beni culturali e del paesaggio.

FAI Fondo Ambiente Italiano

www.fondoambiente.it

Giornate FAI in Puglia

www.giornatefai.it


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright