The news is by your side.

SUICIDIO NEL CARCERE DI FOGGIAMUORE UN AFFILIATO ALLA «SOCIETÀ FOGGIANA»

284

Ancora un suicidio nel carcere di Foggia. Un detenuto di 43 anni, Alessandro Lanza, esponente del clan Sinesi-Francavilla si è ucciso impiccandosi all’interno della sua cella. Sono stati gli agenti della polizia penitenziaria ad accorgersi di quanto avvenuto: a nulla sono serviti i tentativi di soccorso del personale medico, giunto tempestivamente. Il 43enne stava scontando un residuo pena di circa due anni per mafia e tentata estorsione nell’ambito del processo “Corona”, l’operazione del 2013 con cui furono arrestati 24 tra affiliati e vertici della criminalità organizzata di Foggia. E’ il secondo suicidio che si verifica dall’inizio dell’anno nel carcere di Foggia. Il 3 aprile scorso si è ucciso Gerardo Tarantino il presunto omicida di Tiziana Gentile la bracciate agricola uccisa nella sua abitazione ad Orta Nova il 26 gennaio. In Puglia in pochi giorni è il terzo recluso morto all’interno dei penitenziari.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright