The news is by your side.

GLI AVVOCATI FOGGIA/ “LE NUOVE NORME SUL GREEN PASS NON VANNO, DAREMO BATTAGLIA”

182

Le nuove norme sul green pass sotto accusa. “Il numero dei contrari nell’avvocatura foggiana è molto più elevato di quanto si immagini’’, lo dichia­ra il legale Luigi Leo attraverso un comunicato stampa che ri­sponde picche ad alcune valu­tazioni approssimative di altri organi di stampa, “il Consiglio dell’Ordine Avvocati di Foggia – secondo l’avvocato- non ha mai fissato all’ordine del gior­no alcuna analisi e valutazione sul decreto legge 7.1.2022 n. 1 deliberato dal Consiglio dei Ministri disciplinante l’obbligo del green pass (vaccino o tam­pone) e del super green pass (solo vaccino) a carico degli av­vocati per fare ingresso nel Pa­lazzo di Giustizia foggiano ed in quelli italiani, oltre che per partecipare alla celebrazione dei processi in qualità di difen­sori”.

Che continua, “il numero degli avvocati foggiani contra­ri alle nuove norme su green pass e super green pass è più elevato di quanto si immagini e non accetterà passivamente di­sposizioni incostituzionali che discriminino le persone, l’eser­cizio della professione, il diritto dei cittadini a scegliere il pro­prio difensore libero da vincoli governativi che nulla hanno a che fare con l’emergenza sani­taria da Covid-19”.Inoltre – Se­condo Leo- i termini “pro vax” e “no vax” ritenuti dall’avvocato foggiano “discriminatori e ge­neralmente utilizzati dalla poli­tica”, non sarebbero “giuridici” e in linea con il “linguaggio e il decoro dell’Avvocatura”. Se­condo il legale “non è possibile discernere quanti avvocati si siano effettivamente vaccinati volontariamente o indotti dalla necessità di continuare a svol­gere l’attività professionale. Impugneremo – conclude – le norme deliberate dal Governo Italiano minanti le libertà fon­damentali dell’individuo e il diritto all’esercizio della difesa a favore di tutti i cittadini con ogni iniziativa giuridica possi­bile”.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright