Articoli filtrati per data: Domenica, 07 Aprile 2019 - Rete Gargano
Domenica, 07 Aprile 2019 22:38

Peschici, più plastica che pesce nelle reti

La foto è molto eloquente. Guardate quanta palstica hanno pescato due pescatori sportivi nella baia di Peschici. Due chili di seppie e una quantità spropositata di reti di plastica che purtroppo non viene smaltita in maniera corretta- E gli effatti sono questi.

Pubblicato in Notizie

Cambia il consiglio d’amministrazione del porto turistico «Marina del Gargano» di Manfredonia: nuovo presidente è Ciro Gelsomino che sostituisce il dimissionario Saverio Belviso; il vice presidente è Michele De Meo al posto di Damiano Gelsomino, confermato il consigliere Gino D’Errico. E’ quanto deciso nell’assemblea dei soci (Finappula dei Gelsomino 44,97%; Moteroc 34,97%; Golmar Rodit 10%; Gianni Rotice 5,28%; Antonio Rotice 4,78%) convocata per di­scutere le dimissioni del «cda», il bilancio consuntivo 2018, la situazione creditoria. Rinviata invece al 13 aprile la discussione del bilancio, in accoglimento della richie­sta di approfondimento da parte del liquidatore giudiziale nel concordato misto omologato della Moteroc (azienda di Apricena operante nel settore del movimento di terra e roccia). Occorrerà pertanto attendere per co­noscere l’epilogo della controversia tra i Rotice che hanno gestito il porto turistico sino ad agosto 2018, e i Gelsomino. Una gestione molto contestata, con i conti for­temente in rosso che hanno un riscontro visivo nelle difficoltà gestionali incontra­te dalla struttura della capacità di 750 po­sti barca, utilizzati solo per il 30% ; e di un consistente numero di locali affacciati sui due moli anch’essi rimasti inoccupati. I numeri rilevati nella bozza di bilancio 2018 rispecchiano le problematicità della situazione: è infatti esposta una perdita di 5miloni e mezzo di euro (5.428.671) deri­vante parte dai costi di gestione ritenuti elevati e immotivati, parte dagli ammor­tamenti giudicati esosi, e parte dagli in­teressi sui finanziamenti concessi dal Monte dei Paschi di Siena. Ma in tutti gli anni precedenti l’eser­cizio finanziario si è chiuso in perdite oscillanti tra i meno di due milioni del 2014 e gli oltre 4milioni e mezzo del 1016, con la conseguente riduzione del capitale sociale sceso dai 14 milioni di euro iniziali al di poco oltre il milione e mezzo di euro at­tuali. Una situazione complicata tant’è che nel giugno 2018 la Gespo ha presentato presso il Tribunale di Foggia, domanda di concordato preventivo. Un contesto finan­ziario e operativo che tuttavia non ha scoraggiato i fratelli Ciro, Damiano e Mar­co Gelsomino, i quali hanno avviato un programma di risanamento finanziario e di rilancio del porto al quale cambieranno il nome del porto in «Marina di Manfre­donia». «Non ci siamo tirati e non ci ti­riamo indietro» ha assicurato il neo pre­sidente Ciro Gelsomino: «abbiamo tutto l’interesse a porre fine a una diatriba sen­za senso che sta danneggiando l’immagine del porto e gli operatori che ci lavorano.

Michele Apollonio

Pubblicato in Economia

 L’esistenza è il dono più prezioso fatto all’uomo, attraverso il quale siamo chiamati a partecipare al soffio vitale di Dio nel figlio suo Gesù. ”.

Ore 10,00: - Celebrazione della Santa Messa e    

             ricordo nel decimo anniversario delle sorelle

Germinelli e della loro mamma Annamaria decedute il 6 aprile del 2009 nel terremoto dell’Aquila

  • Testimonianza di vita

Ore 11.00: - Trattenimento sul sagrato della chiesa

“La bellezza della vita è nascosta nella fragilità.

Dio ha scelto di consegnarsi al mondo in un piccolo embrione,

che contiene tutte le potenzialità della natura umana”.

(don Paolo Gentili Direttore dell’Ufficio Nazionale per la pastorale della famiglia della CEI)

 

  • canti e balli dedicati alla vita e al creato, a cura del piccolo coro e del gruppo parrocchiale “Majorettes Ritmi e Nastri”
  • vendita di beneficenza di piantine benedette e volo di palloncini che coloreranno il cielo e diffonderanno messaggi di pace e di vita.
Pubblicato in Società

“Quale tutela per gli azionisti e gli obbligazionisti delle Banche Popolari?” E’ questo il tema dell’incontro che si svolgerà a Rodi Garganico, presso l'Hotel “Villa Americana”, sabato prossimo, 13 aprile, alle ore 17.30.

Ad affrontare questo argomento di scottante attualità e che riguarda soprattutto i molti piccoli risparmiatori che avevano investito, soprattutto attraverso gli sportelli di Banca Apulia, i loro soldi (frutto di anni di duro lavoro) in azioni Veneto Banca, per poi ritrovarsi con un pugno di mosche in mano, sarà l’Avv. Antonio Calvani, referente in Puglia dell’Unione Nazionale Consumatori per le crisi bancarie, e componente della Cabina di Regia nazionale istituita presso il Ministero dell’Economia e delle Finanze, organismo chiamato a supportare il governo nella stesura delle norme e dei decreti attuativi che riguardano il Fondo Indennizzo Risparmiatori.

Come noto, infatti, la legge di bilancio per il 2019 ha stanziato 1,5 miliardi di euro per riconoscere, ai risparmiatori che avevano comprato le azioni delle banche popolari poi messe in liquidazione (tra cui Veneto Banca), un “risarcimento” pari ad almeno il 30% di quanto investito.

L'incontro che si svolgerà a Rodi Garganico e che vedrà la partecipazione anche di Andrea Cardinale, Presidente regionale dell'Unione Nazionale Consumatori, sarà l’occasione per fare il punto della situazione sulle iniziative intraprese a livello nazionale e a livello locale dall'Unione Nazionale Consumatori per tutelare le migliaia di risparmiatori in tutta Italia che sono rimaste vittime del sistema bancario e, in particolare, del crack di alcune importanti banche popolari con la conseguente perdita, in moltissimi casi, di ingenti risorse e l'azzeramento dei risparmi di intere famiglie, con drammatiche conseguenze. La conversazione, che sarà moderata dall'Avv. Alfredo Ricucci, affronterà il tema della crisi delle Banche Popolari e dei possibili rimedi a disposizione dei risparmiatori come l’Arbitro per le Controversie Finanziarie o il Fondo Indennizzo Risparmiatori, con la possibilità di soffermarsi sulle recenti novità giurisprudenziali in materia. “Si tratta di una questione di proporzioni sempre più rilevanti che ha interessato centinaia di migliaia di persone in tutta l'Italia e, da quello che ci risulta, anche sul Gargano – sostiene l’Avv. Calvani –. Dinnanzi a questo problema, però, esistono rimedi che i risparmiatori possono adottare per recuperare gli investimenti che risultano azzerati. Ma l’incontro servirà anche a sensibilizzare le istituzioni sulla necessità di diffondere, tra i cittadini, una necessaria educazione finanziaria e al risparmio in modo da evitare che in futuro casi simili possano ripetersi”.

Pubblicato in Economia

Partita da dentro o fuori per la Bisanum Vieste. Oggi è in programma gara 2 dei play-out validi per la permanenza nel campionato pugliese maschile di Serie C Gold di pallacanestro. Impegno casalingo per il club del Gargano: avversario il Mola New Basket 2012. La serie degli spareggi è cominciata male per i biancazzurri, sconfitti di mi­sura a Mola di Bari, in gara 1 (63-62). Stasera il secondo atto del confronto, a Vieste. Bisa­num obbligata a vincere per prolungare la serie di sfide, ri­mandare il verdetto al terzo match. Il derby Vieste-Mola avrà ini­zio alle ore 18 al centro “Omnisport”. Designata a dirigere rincontro una coppia di arbitri di Ruvo: Di Vittorio e Anselmi.

La squadra che vince due in­contri su tre ottiene la perma­nenza nel massimo campionato pugliese di pallacanestro ma­schile. La perdente del primo turno dei play-out potrebbe ave­re un’ulteriore chance per sal­varsi: uno spareggio in gara sec­ca con la seconda classificata del campionato di C Silver, nel caso in cui non dovessero esserci retrocessioni di squadre pugliesi dalla B alla C Gold.

Il Mola - che si è piazzato meglio, in classifica, al termine della stagione regolare - ha il vantaggio di disputare in casa l’eventuale terzo incontro dei play-out, oltre alla prima par­tita, già giocata e vinta. La stagione regolare ha visto Mola e Vieste piazzarsi in fondo alla classifica, tutte e due a quo­ta 14 punti. Sette vittorie e 15 sconfitte per entrambe. Mola si è posizionata davanti al quin­tetto di coach Ciociola, un gra­dino più su, per via della mi­gliore differenza canestri nei due scontri diretti, terminati con una vittoria per parte: nella prima giornata d’andata, a Mo­la, successo della Bisanum (71-73); al ritorno, a Vieste, af­fermazione dei molesi (69-76), poi vittoriosi anche in gara 1 dei play-out, domenica scorsa (63-62). «Abbiamo bisogno di tutti voi - l’appello rivolto dalla Bisanum ai suoi tifosi -. Dopo gara 1, persa per un solo punto, la sfida prosegue tra le nostre mura amiche dell’Omnisport, dove bisogna vincere per provare a giocarci poi tutto in gara 3. Per farlo abbiamo bisogno del sup­porto di tutti: il palazzetto deve riempirsi». «La prima parte di questa ardua sfida per restare nell’eccellenza della C pugliese l’abbiamo fatta nostra, con fa­tica, brividi e gioia - evidenzia in ima nota, da par suo, il Mola New Basket -. Andiamo a Vieste con in mano un prezioso van­taggio nella serie, per provare a chiuderla qui, perché ne abbia­mo facoltà e possibilità». La pa­rola passa al campo.

 

fra. fio.

Pubblicato in Sport

Festa a Peschici, questo pomeriggio, nell’ultima giornata del campionato di terza categoria. Ai garganici basta un punto con l’Atletico Cagnano (fuori da tutti i giochi) per stappare lo spumante e festeggiare il ritorno in un campionato regionale dopo quasi un decennio. Definita anche la griglia dei play-off. Alla finale direttamente la Gioventù San Severo (seconda), poi la semifinale con Ascoli Satriano-Sant’Agata con la vincente che affronterà al “Ricciardelli” la squadra locale. A Peschici è tutto pronto per la grande festa. Manca poco, davvero poco e il Peschici potrà festeggiare la vittoria del campionato. Un sogno che si avvera per tutta la dirigenza partita solo ima decina di mesi fa per quest’avventura calcistica. Tra i tanti dirigenti, c’è Francesco Mongelluzzi. Lui sempre dietro le quinte, ma uno dei protagonisti organizzativi della stagione dei granata. «Si avvera un sogno che avevamo tutti da inizio anno, era il sogno di un intero paese, la festa sarà fantastica, vedere tante persone felici è stato emozionante già un paio di domeniche fa con la Gioventù San Se­vero - ammette Francesco Mongelluzzi -. A livello personale credo non ci sia niente di più bello di vedere le persone felici e questa cosa ci riempie di orgoglio, sono contento per tutti noi, ma soprattutto peri tifosi».           

 

IL PROGRAMMA

Peschici-A.Cagnano

S.Agata-D. S.Nicandro

Monte Sant’Angelo-E.Deliceto

Ischitella-G. S.Severo

Ascoli S.-Poggio I.

San Severo-Sammarco

 

LA CLASSIFICA

Peschici 53

Gc San Severo 50

Ascoli S. 44

Sant’Agata 38

Sammarco 32

E.Deliceto 31

Monte Sant’Angelo e A. San Severo 21

A.Cagnano, D. San Nicandro e Ischitella 18

Poggio 1.5

Pubblicato in Sport

Atto finale della stagione regolare del campionato, stravinto dal Casarano di Pasquale De Candia. La trentesima e ultima giornata vivrà, nel pomeriggio di oggi, un anticipo di campionato, quello ormai ininfluente per la classifica tra Molfetta Sportiva, già retrocessa, e San Severo, già salvo. I verdetti sono tutti delineati tranne uno: Casarano promosso direttamente in D, Brindisi ai playoff nazionali, retrocesse Avetrana e Molfetta Sportiva. E ai playout: sono in ballo tre squadre (si giocherà un solo playout): Terlizzi a 29 punti, Mesagne e Unione Calcio a 31. In teoria tutte e tre giocano con avversarie ormai “tranquille” ma niente è definito. La quattordicesima classificata (attualmente il Terlizzi) andrà a giocarsi la salvezza in casa della tredicesima. Al momento, l’Unione Calcio è favorita sul Mesagne per aver una miglior differenza reti generale, essendoci parità negli scontri diretti e nella differenza reti negli scontri diretti. Il Terlizzi deve vincere e sperare in risultati buoni dagli altri campi. L’Atletico Vieste chiude a Barletta, sicuramente un campionato positivo ma anche con qualche rammarico per un playoff sfiorato ma non afferrato. Merito all’assetto tecnico e societario. Alla compagine del presidente Spina Diana l’ennesima pacca sulla spalla per aver portata a termine, ancora una stagione, complicata dai tanti tsumani contrari. Oramai consueti, di un paese, avvolto da una stucchevole egolatria, che gli impedisce di salire qualche gradino nel solo nello sport, ma anche e soprattutto nella scala economica-sociale, e scrollarsi di dosso la certifica evidente, mediocrità in cui è caduto.

La 30° giornata - ore 15 -

Otranto-Molfetta Calcio: Nico Valentini di Brindisi (Bono di Bari, Crudo di Barletta)

 

dom. 07/04 ore 16

Barletta-Atl. Vieste: Andrea Palmieri di Brindisi (Liguigli e Magnifico di Bari)

Casarano-AS Avetrana: Riccardo Tropiano di Bari (Alessandrino e Colecchia di Bari)

Corato-Gallipoli: Bruno Spina di Barletta (Dattoli e Rizzi di Foggia)

Altamura-Terlizzi: Michele Pio Pinto di Foggia (Miceli di Taranto, Coviello di Molfetta)

UC Bisceglie-Brindisi: Andrea Salanitro di Bari (Fracchiolla e Denisov di Bari)

Vigor Trani-Mesagne: Gianluca Natilla di Molfetta (Salvemini e Cantatore di Molfetta)

 

LA CLASSIFICA

Casarano 66

Brindisi 62

Altamura 52

Barletta e Gallipoli 50

Atl. Vieste 46

Vigor Trani 41

Molfetta Calcio 39

Otranto 35

COrato e San Severo 34

UC Bisceglie e Mesagne 31

Terlizzi 29

Avetrana 16

Molfetta Sportiva 14

--------------------------------------------------------------------------------------

Pizze a chilometro zero? si distinguono al Ristorante Pizzeria Bella Napoli a Vieste di fronte al faro.

La semplicità dei sapori.

Alla Bella Napoli i piatti per fare gol non hanno bisogno di tanti passaggi.

La genuinità e la qualità dei prodotti contadini da sempre utilizzati sono il segno distintivo del Ristorante pizzeria Bella Napoli.

Anche quando la tua squadra non fa gol. …alla Bella Napoli la pizza è sempre tonda.

Ti aspettiamo questa sera.

Bella Napoli – Di fronte al Faro – Vieste -

--------------------------------------------------------------------------------------

Pubblicato in Sport

ReteGargano consiglia...

OLMO generico

Reporter della tua città

20 Luglio 2019 - 10:45:02

IL LIBRO DELLA SETTIMANA/ La casa degli sguardi di Daniele Mencarelli

Venerdì 26 luglio al Ristorante IL CAPRICCIO, dalle ore 21,30 tornano gli APERITIVI LETTERARI. Daniele è un giovane poeta oppresso da un affanno sconosciuto, “una malattia…

retegargano.it supplemento on line de Il Faro settimanale.- Reg. Tribunale Foggia n.6 dell'11 giugno 1996
p.zza Kennedy, 1 - Vieste (FG) - info@retegargano.it
Direttore responsabile: ninì delli Santi

- Rete Gargano - Notizie dal Promontorio -