The news is by your side.

Pina Falcone: bisogna regolamentare i contributi allo sport

8

Regolamentare la concessione di contributi comunali alle società ed organismi sportivi. E' stato questo il tema dell'incontro tenutosi martedì scorso 19 settembre presso il Municipio di Vieste e voluto dalla consigliera comunale delegata allo sport Pina Falcone che ha riunito i rappresentanti della ventina di sodalizi sportivi attivi a Vieste, dal calcio al volley, dall'atletica al rally, dal ciclismo al fitness.

 Alla riunione era presente anche l'assessore al bilancio Nicola Ragno. Seppur già impegnata in un'altra riunione, all'inizio è intervenuta anche il sindaco Ersilia Nobile per un cenno di saluto e per evidenziare che "l'Amministrazione comunale tiene molto alla pratica sportiva visto l'importante ruolo di aggregazione sociale nonché di prevenzione delle devianze che riesce a svolgere".

"Il sostegno dell'Amministrazione comunale – ha tenuto a chiarire subito dopo Falcone – potrà concretizzarsi attraverso il supporto organizzativo in occasione di eventi sportivi, con interventi agli impianti sportivi o con contributi economici alle società ed associazioni sportive".

Proprio per quest'ultima eventualità si è inteso con tale incontro presentare alle società sportive viestane una prima bozza di Regolamento per la concessione dei relativi contributi comunali. "L'anno 2007 è da considerarsi in un certo senso sperimentale per questo ambito. – ha sottolineato la delegata allo sport –  Pertanto successivamente alla prima applicazione del regolamento d'intesa con le società sportive locali si valuterà se integrarlo o modificarlo per renderlo maggiormente adeguato alla realtà sportiva viestana".

Nel prosieguo sono stati illustrati i punti salienti della bozza di Regolamento. Nei criteri generali si specifica che "lo stanziamento annuale di bilancio sarà utilizzato per l'erogazione dei contributi assicurando l'uniformità di trattamento dei soggetti richiedenti, quantificando gli stessi secondo parametri fissi ottenibili in base ad elementi che avendo obiettiva rilevanza consentono la predisposizione di un equo piano di riparto". Quali sono i parametri e gli indici per l'assegnazione dei contributi? Questi indicatori sono suddivisi in sette categorie: attività agonistica o non agonistica; risultati conseguiti; organizzazione di manifestazioni; collaborazione con istituti scolastici; anzianità di attività; numero di tesserati; impegno economico assunto per competizione. Per ciascuno di questi parametri, ulteriormente strutturati caso per caso, si dovrà attribuire l'opportuno valore-punteggio nell'ambito di una scala, al fine di determinare per ciascun soggetto richiedente il proprio punteggio complessivo. Per stilare la graduatoria definitiva per la definitiva assegnazione dell'importo da erogare ad ognuno, si rapporterà la risorsa finanziaria comunale disponibile al totale dei punteggi ottenuti dai richiedenti, questo indice così ottenuto sarà poi moltiplicato per i singoli punteggi. In tale ottica eventuali contributi concessi nel corso dell'anno sportivo di riferimento, per singole iniziative, verranno detratti dalla quota finale spettante così come stabilito dai suddetti parametri.

L'assessore Ragno e la delegata Falcone hanno consegnato copia della bozza di Regolamento ai rappresentanti delle società sportive presenti invitandoli ad elaborare suggerimenti, indicazioni ed eventuali chiarimenti nell'ambito della propria organizzazione, in maniera tale che in un prossimo incontro, fissato per il prossimo 14 ottobre, si possa dare un assetto, se non definitivo, almeno di massima al documento.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright