The news is by your side.

IL PARCO ALLA FIERA CAVALLI DI VERONA N.108

22

I saltatori della Coppa del Mondo, le gare dei cowboy nostrani, i due spettacoli serali del “Gala d'oro”. E il progetto dell’Anello equestre del Gargano.  Ecco i protagonisti ed ingredienti della 108esima edizione di Fieracavalli a Verona in onda fino a domenica 12 novembre 2006. Rassegna che celebra il profondo legame che unisce l’uomo al cavallo. Alla più grande vetrina degli sport equestri e del cavallo in Europa, il Parco del Gargano sbarca con il progetto dell’Anello Equestre, idea che compendia la filosofia che anima il nuovo corso del Parco, ossia “porgere” ai visitatori il Gargano nella sua interezza, con le aree interne a fare il paio con quelle costiere. “Ritengo che un giro itinerante, da percorrere a cavallo, con numerose tappe di rilievo, e che attraversi per buona parte lo Sperone d'Italia, rappresenti uno dei modi migliori per godere dell’area protetta”, ha spiegato il Presidente del Parco Giandiego Gatta. Michele Prencipe, responsabile dell’Associazione Onlus – Centro Equestre “Posta Ruggiano”, affiliata all’Engea (Ente Nazionale  Guide Equestri Ambientali), che divulga l’idea progettuale del Parco del Gargano denominata “Anello Equestre del Gargano” è stato incaricato dall’Ente di promuovere in Veneto l’iniziativa. Il Parco ha finanziato un progetto di ripristino di alcune ippovie che collegano la Masseria Agropolis in località Sant’Egidio alla Foresta Umbra e San Giovanni Rotondo a Monte Sant’Angelo, seguendo l’antico tracciato della Via Sacra Langobardum. Il Parco inoltre, con i fondi della Mobilità Sostenibile ha finanziato anche diverse aziende operanti sul territorio, per l’acquisto di equini da utilizzare per finalità ippoturistiche. Le ippovie del Gargano saranno protagoniste presso il “Villaggio delle Tradizioni”, uno spazio dedicato allo stretto legame tra uomo e ambiente, storia e cultura, mondo rurale ed antichi valori contadini realizzato per valorizzare le tipicità dei territori, il folclore e gli autentici sapori, in una ambientazione folcloristica, colorata e coinvolgente. Il Parco, presso il proprio stand, offrirà ai visitatori una vasta gamma di prodotti tipi della Montagna del Sole quali pane, provole di bufala, caciocavallo podolico, marmellate, olio extravergine di oliva, prodotti sott’olio. La scorsa edizione 2005 di Fieracavalli ha fatto registrare il record storico della manifestazione, con più 130mila presenze in quattro giornate di apertura. Erano accreditati inoltre circa 850 operatori dell’informazione tra italiani ed esteri.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright