The news is by your side.

La Capitanata riqualifica le periferie

19

Più di ottantamilioni di euro messi a disposizione delle città per riqualificare le periferie e le aree degradati di Foggia e della Capitanata. Un’occasione da non perdere, quindi, per il capoluogo di provincia e per i comuni che quotidianamente vivono disagi strutturali che rendono abbassano la qualità della vita dei cittadini. Per questo, allora, «per concertare il lavoro che dovrà essere fatto e – spiega Antonello Summa, assessore provinciale ai Lavori Pubblici – per dare agli uffici tecnici comunali delle linee guida in modo da poter avere dei progetti condivisi e condivisibili», lunedì pomeriggio, a partire dalle ore 15.00 presso la sala Consiliare di Palazzo Dogana, si svolgerà il workshop di supporto alla redazione dei programmi integrati di riqualificazione delle Periferie. In pratica, i Pirp sono promossi dai comuni e vengono attuati con la collaborazione di organismi pubblici e di privati; obiettivo dei Pirp è «la rigenerazione delle periferie urbane colpite da degrado fisico, sociale ed economico, attraverso azioni mirate al miglioramento della qualità ambientale, alla promozione dell’occupazione e all’impiego dell’imprenditoria locale – aggiunge Summa – . La riqualificazione delle periferie è fondamentale nell’azione politica di ciascuna Amministrazione». Per quanto riguarda i Pirp della Capitanata la spesa complessiva ammonta a 82.639.712,43 euro che comprendono 32milioni di euro rivenienti dalla legge n. 20/2005, e 50.639.712,43 euro individuati dalla delibera di Giunta n.1585/2005. «Ogni comune può presentare una proposta, mentre quello di Foggia può presentarne due. Con questi strumenti gli enti locali, i comuni e le Province hanno la possibilità di ripensare gli interventi di recupero delle periferie e delle aree degradate. Si tratta di una novità di grande importanza che apre una nuova fase della pianificazione a carattere territoriale. La Provincia di Foggia, – conclude l’assessore – in virtù della sua positiva esperienza con il piano territoriale di coordinamento, è pronta a svolgere un ruolo di sintesi e di armonizzazione dei vari interventi sul territorio in un’ottica di tutela dell’ambiente e di sviluppo sostenibile». All’appuntamento di lunedì, dunque, parteciperanno anche Elena Gentile, assessore regionale alla Solidarietà, Angela Barbarente, assessore regionale all’Assetto del Territorio, Sergio Guercio, architetto dell’organizzazione “Avventura Urbana”.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright