The news is by your side.

Al volante col cellulare, fioccano le multe

20

Parlare al cellulare, senza vivavoce o auricolare, mentre si e' alla guida della propria auto: un "vizietto" cui gli italiani sembrano proprio incapaci di rinunciare. Secondo gli ultimi dati diffusi dall'Asaps, nel 2006 le infrazioni contestate dalla Polizia stradale ai sensi dell'articolo 173 del Codice della strada – quello appunto che sanziona questo tipo di comportamento – sono state complessivamente 40.349, il 10,5% in piu' rispetto alle 36.517 del 2005. Mentre i punti patente persi dagli automobilisti "logorroici" sono stati ben 201.745. Sulla rete autostradale, dove la violazione e' oggettivamente piu' difficile da contestare, l'incremento e' stato del 9,3%; su statali, regionali, provinciali e comunali dell' 11,3%. Un saldo a cui si devono ovviamente sommare le non poche infrazioni accertate da Polizia locale e Carabinieri. "Secondo uno studio dell'Istituto superiore di sanita' – ricorda Giordano Biserni, presidente dell'Associazione amici sostenitori della polizia stradale – il 'rischio relativo' per chi utilizza il cellulare e' pari a 4, ovvero chi guida utilizzando il telefonino (anche con l'auricolare o il vivavoce) ha 4 volte piu' probabilita' di rimanere coinvolto in un incidente rispetto a chi non lo utilizza". Dallo studio, pubblicato sul numero di gennaio del 'Centauro', il periodico dell'associazione, emerge in particolare che "il degrado della capacita' di guida determinato dall'uso del cellulare e' simile a quello indotto da un'alcolemia del conducente intorno a 80mg/100ml" (laddove il limite legale da noi e' pari a 50mg/100ml). "Telefonare in auto senza viva voce o auricolare fa ormai parte della 'cultura' automobilistica di questo Paese – denuncia Biserni – Non solo, sta anche dilagando l'utilizzo degli sms al volante. E i messaggini, in entrata e uscita, sono ancor piu' incompatibili con una minima condizione di sicurezza alla guida. Una distrazione di soli due secondi ad appena 100 km l'ora fa infatti percorrere alla nostra macchina 56 metri prima che percepiamo un ostacolo, poi fra tempo di reazione e frenata in condizioni ottimali ne servono altri 71. In totale, 127 metri. Tutt'altro che pochi. Forse sarebbe il caso che i gestori della telefonia cominciassero a spiegarlo bene anche nelle loro pubblicita', tanto per dare una mano alla sicurezza".


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright