The news is by your side.

Verso un Piano del Parco per diversamente abili

3

Si concretizza l’ennesimo capitolo del lungo e fruttuoso rapporto che unisce l’Ente Parco Nazionale del Gargano ai diversamente abili. Sabato 24 marzo 2007 alle ore 9,30, presso Casa Natura – Coppa del Giglio, nel cuore di Bosco Quarto, in agro di Monte Sant’Angelo, il Parco del Gargano ha organizzato, in collaborazione con la Cooperativa Sociale Eco Logika 2000, un interessante convegno dal titolo “Esperienze di inserimento lavorativo in area protetta – Verso un Piano del Parco per diversamente abili”, al quale prenderanno parte psicologi e  responsabili di cooperative sociali. Al centro i diversamente abili e le loro esperienze lavorative in area protetta. Lo scopo è quello di promuovere e sollecitare la collettività sui temi della disabilità ed in particolare del lavoro nei Parchi effettuato dalle persone portatori di handicap. Va tra l’altro sottolineato, che l’attenzione mostrata dall’attuale presidenza dell’Ente verso i diversamente abili, è di vecchia data. Risale infatti a giugno 2004, all’insediamento di Giandiego Gatta ai vertici di Via Sant’ Antonio Abate a Monte Sant’Angelo, il primo provvedimento a favore dei disabili. Tra i primi atti da neo presidente dell’area protetta, Gatta rese accessibile il sito web dell’ente ai non vedenti, proprio allo scopo di abbattere ogni genere di barriera fra ambiente e portatori di handicap. Non solo. Nel tempo si è consolidato un sincero quanto fraterno rapporto, fra il Parco del Gargano e l’Unione Italiana Ciechi sezione di Foggia, che ha visto l’Area Protetta spalancare le proprie braccia ad ogni genere di iniziative dei non vedenti del presidente Michele Corcio. Oggi il convegno “Vivere il Bosco” arriva, come suol dirsi a puntino, perché l’Ente è impegnato nel delicato processo di sintesi tra le esigenze della conservazione e quelle delle sviluppo socio-economico. Discutere oggi sulle esigenze dei diversamente abili in ambito Parco, è la conferma di come sia alta la priorità, all’interno dell’agenda di governo del Parco, del tema in oggetto. Il programma stilato per l’occasione prevede l’apertura del convegno alle ore 9,30 con i saluti del presidente della Cooperativa Sociale Eco Logika 2000 Angela Pasqua. Poi il via agli interventi: apre Alessandro Rinaldi, psicologo che illustrerà gli “Itinerari possibili per diversamente abili”; poi sarà la volta di un responsabile della cooperativa sociale Nemesi di Vieste ed infine di Filomena Tanzarella, direttore Ente Parco che parlerà dell’attenzione dell’Ente Parco verso la fruizione dei diversamente abili. Le conclusioni sono state affidate al Presidente dell’Ente Gatta. Alle 13,30 il consueto e vivace buffet di prodotti tipici, accompagnato dalle note di chitarra classica del maestro Antonio Talamo, chiuderà di fatto l’incontro. Durante la giornata sarà invece possibile svolgere attività ricreative come passeggiate a piedi, a cavallo, in carrozza e giochi.