The news is by your side.

Sanità: al via la sperimentazione della “Casa della Salute”

3

“Occorre sostenere con il massimo sforzo il progetto di “Casa della Salute” che nelle intenzioni del Governo Prodi rappresenta il secondo pilastro, dopo gli ospedali, della sanità pubblica.

Il progetto, presentato dal ministro Livia Turco, rappresenta un'alternativa all'ospedale, che si pone l’obiettivo di dare continuità assistenziale al cittadino 24 ore su 24 e contemporaneamente decongestionare i pronto soccorso. Si tratta di una opportunità che raccoglie un bisogno reale dei cittadini, quello di avere vicino punti di riferimento a cui rivolgerci. In un unico centro, infatti, saranno uniti medici di famiglia, pediatri, specialisti ambulatoriali, guardia medica e servizi socio sanitari per le tossicodipendenze, la salute mentale, assistenza domiciliare, prevenzione, consultori, invalidità civili. Un passo avanti rispetto alle Utap (Unità territoriali di assistenza primaria) perchè le Case della Salute non sono solo poli sanitari, ma aprono anche all'assistenza sociale. Con la costituzione delle case per la salute si avrà una medicina accessibile e facilmente fruibile, una medicina che abbia la stessa autorevolezza dell'ospedale e che non faccia perdere tempo.Una proposta ambiziosa che ha già raccolto il consenso di diverse regioni tra le quali la Puglia. E tre sono i progetti di casa della salute che la regione approverà entro giugno con il piano regionale. Tra questi, la Regione Puglia prevede la realizzazione di una casa della salute a Vieste. Ci auguriamo che con questa straordinaria innovazione i tanti problemi che affliggono la sanità nella nostra città, insieme all’azione positiva che il governo regionale ha già messo in atto, possano finalmente trovare una felice soluzione”.

 

Il Segretario

Aldo Ragni


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright