The news is by your side.

Settimana della Cultura: ricco il calendario di manifestazioni a Foggia

3

Foggia si appresta a vivere la IX Settimana della Cultura indetta dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali. Anche quest’anno ricco di manifestazioni di prestigio e di momenti di riflessione e di dibattito è il programma messo a punto dall’Assessore alla Cultura Potito Salatto, convinto assertore della forza vitale della cultura che ritiene essere non solo fattore decisivo dell’identità ma anche e soprattutto della crescita del nostro territorio. Foggia si inserisce nel panorama nazionale delle manifestazioni della Settimana già da Giovedì 10 maggio (h. 19:00) con la presentazione, all’auditorium Santa Chiara in Via Arpi, del catalogo della mostra fuochi: "Della violenza,dell’arte, del mondo" seguita dalla performance di Ruggero Maggi con i bambini della Scuola Elementare S. Chiara  “Le due anime del silenzio”, e dall’inaugurazione della mostra “Il rifiuto dell’arte/L’arte del rifiuto” allestita con i residui del “rogo delle opere”  a suo tempo esposte al Museo Civico. Le sale del Municipio accolgono da Sabato 12 maggio (h.18:00) la Mostra ARTE-FATTO, curata dall’Accademia di Belle Arti di Foggia con il coordinamento artistico di Gigliola Fania: Collettiva degli artisti Alessandro Boezio, Domenico Carella, Elsa Florio, Mauro Francavilla, Pietro Graziano, Mosè La Cava, Paolo Lops, Carlo Proietto, Alessandro Santoro formatisi in anni recenti presso la nostra Accademia; mentre da Domenica 13 maggio ( h. 9-13 tutti i giorni, il martedì e giovedì anche h 16-19) prende il via “Al Museo con papà”, un innovativo “percorso a due” che avrà luogo al Museo Civico. Per la sua migliore efficacia sono state approntate, in un apposito kit, due guide alla sezione archeologica “Marina Mazzei”, una dedicata all’adulto, l’altra dedicata al bambino. Il primo avrà a disposizione una guida sintetica alla sezione scritta in stile volutamente semplice ma completa quanto a informazioni. Il bambino potrà contare, invece, su un album che tramite domande e inviti all’osservazione e al disegno lo guiderà alla scoperta degli antichi reperti della Daunia. La visita fatta in due, un adulto e un bambino (ma anche …più di uno!),  e con due strumenti così diversi, sarà l’occasione per scambiarsi pareri, informazioni, sensazioni: un modo nuovo per scoprire la nostra storia e per stare insieme in maniera diversa.  Spazio alla musica Martedì 15 con il Quintetto d’archi Fondazione Musicalia, maestro concertatore Carmen Battiante, che eseguirà musiche di Mozart, Beethoven, Elgar , Britten e Brahms nell’auditorium del  Liceo Classico “V. Lanza”. L’idea di svolgere questa iniziativa al mattino (h. 11:00) – dichiara l’assessore Potito Salatto – persegue l’obiettivo di  favorire soprattutto la partecipazione  dei giovani, in sintonia con lo scopo principale della Settimana della Cultura che è decisamente promozionale e divulgativo. Con la conferenza dei proff. Giuliano Volpe e Pasquale Favia dal titolo “San Lorenzo in Carmignano e la Domus Pantani: Ricerche archeologiche sulle origini medievali di Foggia” mercoledì 16 (h. 18:00) riflettori accesi presso la sala Mazza del Museo Civico sui risultati dei recenti scavi archeologici effettuati dall’Università di Foggia nei due siti estremamente importanti nella storia del nostro territorio. Il primo si pone come un eccezionale archivio di dati dall’età romana all’età medievale. Il secondo sito, indagato recentemente, è riconducibile a quello che le fonti tramandano come sede di una residenza federiciana e angioina. Giovedì 17 alla Sala Falso Movimento (h. 20:00) il cinema racconta l’architettura attraverso le immagini del film “Frank Gehry, creatore di sogni” di Sidney Pollack, un appassionante racconto della vita del celebre architetto canadese conosciuto in tutto il mondo per le forme avveniristiche di opere come il Guggenheim di Bilbao e la Walt Disney Concert Hall a Los Angeles. Un racconto che viene dalla voce dello stesso Gehry, in una serie di interviste condotte da Pollack, suo amico di vecchia data, arricchito dalle presenze di amici, tra i quali Dennis Hopper, Julian Schnabel, Bob Geldof, e dalle riprese delle sue opere in giro per il mondo. Gehry ama gli schizzi, e proprio questo suo amore per gli schizzi ha fornito a Pollack la prima indicazione per lo stile di questo film. Prendendo spunto dai disegni originali di Gehry per i suoi più importanti progetti, il film esplora il percorso di trasformazione di questi schizzi astratti, prima in modelli matrici tridimensionali, spesso realizzati semplicemente con cartoncino e nastro adesivo, poi in edifici completi, fatti di vetro e titanio, cemento e acciaio, legno e pietra. Fa da contrappunto alla voluta semplicità degli schizzi, il lavoro di Pollack con la macchina da presa che diligentemente cattura la grandezza dell’architettura di Gehry. Il loro dialogo, intimo come solo due vecchi amici possono avere, è una continua linea melodica che attraversa tutta l’opera. Alla Sala Mazza del Museo Civico venerdì 18 ( h.18:00) si torna a parlare del nostro territorio con il convegno “Tratturi: Lavori in corso”. I relatori Maria Nardella, Michele Pesante e Saverio Russo, oltre a fornire un quadro storico  di insieme sulla transumanza, intendono essenzialmente fare il punto sul Piano Comunale dei Tratturi, strumento che permetterà al Comune di Foggia di inserirsi nel più ampio “parco regionale dei tratturi”, nell’ottica della valorizzazione dei tratturi come recupero di beni culturali ricchi di riferimenti storici ed ambientali. Verrà illustrata, in particolare, la valorizzazione del tratturo Foggia Ordona – Lavello, di imminente realizzazione. Due importanti iniziative concludono sabato 19 la IX Settimana della Cultura. La prima riguarda la presentazione al Museo Civico (h 18:00), con l’intervento tra gli altri dell’assessore regionale al territorio Angela Barbanente, della III Summer School di Archeologia (Foggia, 8-27 maggio); la seconda e ultima iniziativa è rappresentata dalla Notte dei Musei (h. 21:00). La Aerial Archaeology Training School, basata sull’uso della fotografia aerea nella ricerca archeologica,  è parte del progetto European Landscapes: past, present and future, promosso dall’English Heritage, dalle Università di Foggia e Siena in Italia, dall’Archaeological State Museum Mecklenburg Vorpommern e dal Landesdenkmalamt Baden Wüttemberg in Germania, dall’Università di Gent in Belgio, Baranya Country Museum di Pécs in Ungheria. Destinatari della scuola sono gli studenti, i laureati, gli specializzandi, i dottorandi dei vari indirizzi archeologici, i ricercatori del CNR, gli operatori delle Soprintendenze e tutti i professionisti impegnati nello studio e nella gestione del territorio, sia italiani che stranieri. Per quanto riguarda La notte dei Musei è noto che si celebra 19 maggio in varie città d’Europa. E’ un’iniziativa nata in Francia qualche anno fa e prevede l’apertura straordinaria gratuita dei musei che vi aderiscono  con un orario che va dalle h. 21:00 alle h.1:00. A Foggia, come l’anno scorso, partecipano il Museo Civico, il Museo del Territorio, La Galleria d’Arte moderna e Contemporanea (palazzo Dogana) e la Fondazione Banca del Monte Siniscalco Ceci che allestisce la rassegna d’arte contemporanea Tra-dizione. L’apertura dei Musei prevede anche animazione, con molti incontri… inaspettati,  e degustazioni. L’edizione 2006, la prima realizzata a Foggia, ebbe uno straordinario successo con più di 2000 visitatori. E’ questa infatti l’occasione per scoprire il patrimonio museale della nostra città in una veste particolare e carica di suggestione. “Tutte le manifestazioni vogliono testimoniare la sensibilità dell’Amministrazione comunale verso la promozione e la valorizzazione del nostro patrimonio artistico ma anche l’eccellenza delle risorse umane del territorio” afferma l’assessore alla Cultura Potito Salatto, il cui auspicio più vivo è che Foggia diventi una città dove ogni settimana possa essere una Settimana della Cultura.