The news is by your side.

Pizzomunno: lavoratori contrari ad un contratto che non da’ diritto all’indennita’ di disoccupazione

23

Continuano le iniziative per risolvere la vertenza occupazionale del Pizzomunno Palace Hotel Vieste, ora a gestione Valtur, in cui sono coinvolti oltre un centinaio di dipendenti.

La novità (o forse l'anomalia per la nostra realtà turistica) è che se da una parte ci sono le rappresentanze sindacali, dall'altra non c'è la Valtur bensì una società, la HDS srl Facility Management di Pomezia (Roma), cui il gruppo turistico della famiglia Patti ha demandato tutti i rapporti con il personale.

In attesa dell'auspicato tavolo di confronto fra sindacati e la Valtur, cui parteciperà anche l'Amministrazione comunale, in programma per la prossima settimana (forse già martedì 15 maggio) le segreterie provinciali di Filcams-CGIL e Fisascat-CISL avevano inoltrato una comunicazione in cui «fermo restando il mantenimento di tutti i livelli occupazionali senza eccezione alcuna» (visto che Valtur vorrebbe portarsi proprio personale per cucina, front office ed equipe) si ribadiva la richiesta che al personale strettamente stagionale fossero «garantiti tutti i diritti acquisiti sia sotto l'aspetto contrattuale che normativo».

Nel frattempo sabato scorso 5 maggio si è svolto, non programmato, un confronto tra Felice Cappa segretario generale territoriale Fisascat CISL e Mary Mannocchio segretario generale Filcams Cgil, presente per l'Amministrazione comunale l'assessore alle Attività Produttive Raffaele Zaffarano [vedi foto in alto], con lo staff della società Hds srl, guidata da Alessandro Paoletti. La riunione si è tenuta presso l'Hotel degli Aranci, struttura dove nelle passate settimane la società romana aveva effettuato i colloqui di selezione del personale.

Nel corso della riunione, del cui esito era in attesa una numerosa rappresentanza di lavoratori [vedi foto in basso], la società Hds ha spiegato che sarebbe stato proposto al personale un contratto a "tempo indeterminato a part-time verticale", previsto dal Contratto nazionale di categoria. Su questo si è incentrata la discussione, con la Hds srl che sottolineava la garanzia occupazionale trattandosi di contratto a tempo indeterminato ed i sindacati che evidenziavano la conseguente precarietà salariale visto che in quel caso i lavoratori avrebbero perso il diritto all'indennità di disoccupazione proprio perchè lavoro a tempo indeterminato. I lavoratori, informati sul tipo di contratto e sulla perdita dell'indennità di disoccupazione, si sono detti tutti contrari. La trattativa è poi ripresa con i sindacati che proponevano per la stagione 2007 un contratto stagionale come fatto negli scorsi anni per poi avviare un successivo confronto e la società Hds che chiedeva, invece, di accettare il proprio contratto per quest'anno per poi ridiscuterne a gennaio 2008. Su queste posizioni c'è stato lo stallo per cui si è rinviato il tutto all'incontro della prossima settimana. Si avvicina intanto l’inaugurazione dell’Hotel Pizzomuno prevista a fine maggio.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright