The news is by your side.

Partito il servizio «Pugliairbus» che collega gli aeroporti alle localita’ turistiche

10

Collegamento anche per Vieste con la tratta Palese Aeroporto – Foggia Stazione Fs – Foggia Aeroporto – Vieste

E' stato presentato a Bari, presso l’assessorato al Turismo, dagli assessori Massimo Ostillio (Turismo) e Mario Loizzo (Trasporti) e dall’amministratore unico di Aeroporti di Puglia, Domenico Di Paola e dal direttore generale Marco Franchini il servizio «Pugliairbus». Il servizio di trasporto terrestre «Pugliairbus» collega, mediante bus navetta gratuiti, gli scali aeroportuali pugliesi, i capoluoghi di provincia e le aree regionali a maggiore attrazione turistica, in particolare i siti Unesco, patrimonio dell’umanità e il sistema della portualità. La fruizione del servizio è riservata ai viaggiatori muniti di biglietto o di prenotazione aerea in arrivo/partenza dagli aeroporti pugliesi. La prenotazione si effettua solo on line sul sito http://pugliairbus.aeroportidipuglia.it dove ci sono orari e fermate. In alternativa, è possibile verificare la disponibilità dei posti rivolgendosi al conducente del bus navetta. Il servizio stagionale è attivo dal 2 luglio al 15 settembre 2007 con frequenza dal lunedì al sabato.

Le linee saranno: 1) Bari Palese Aeroporto – Polignano – Monopoli – Castellana Grotte – Alberobello; 2) Palese Aeroporto – Altamura – Matera; 3) Palese Aeroporto – Taranto stazione FS (via autostrada); 4) Brindisi Aeroporto – Taranto FS; 5) Palese Aeroporto – Foggia Stazione Fs – Foggia Aeroporto – Vieste; 6) Palese Aeroporto – Trani – Barletta – Castel del Monte; 7) Brindisi Aeroporto – Ostuni – Fasano; 8) Palese Aeroporto – Brindisi Aeroporto – Lecce – Torre dell’Orso – Otranto – S.Maria di Leuca – Gallipoli. La gestione dei bus sarà affidata alla società Aeroporti di Puglia e al Cotrap, il consorzio di imprese che cura la quasi totalità del trasporto regionale su gomma. In Europa è la prima volta che un servizio bus sarà gestito direttamente – su affidamento della Regione che l’ha finanziato con 400mila euro – dalla società aeroportuale.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright