The news is by your side.

La Daunia Vieste grazie allo sponsor D’Aprile giocherà in seconda categoria

8

Antonio D’Aprile presidente della Daunia Vieste dopo tanto meditare in silenzio ha deciso di annunciare ufficialmente l’iscrizione della sua squadra al campionato regionale di seconda categoria.

“Abbiamo raggiunto l’intesa con l’Atletico Vieste su tutto..sponsor, scambio di giocatori ed altro..quindi possiamo partire con il piede giusto”…”la Daunia Vieste mi ha regalato grandi soddisfazioni ed io ho promesso ai giocatori che non li avrei mai abbandonato”.

Antonio D’Aprile a dire il vero si aspettava altro..per queste ragioni è rimasto in silenzio..noi peraltro in maniera provocatoria abbiamo dato qualche suggerimento: l’Atletico Vieste prima ed unica squadra del paese..Daunia Vieste e Vieste “consorelle” dell’Atletico Vieste ed Antonio D’Aprile unico sponsor della grande riunificazione del calcio viestano.

Purtroppo non è andata così..tutti sordi e ciechi gli addetti ai lavori..nessuno ha recepito quelle che erano i desideri di una famiglia, di un grande sponsor che ha dato molto al nostro calcio, ai nostri giovani..ancora volta ha prevalso l’egoismo.

Ora diventerà imbarazzante la gestione del “Riccardo Spina” quando sarà consegnato alla città..non ci sarà spazio per tutti…che nessuno pensi il contrario…l’utilizzo sarà disciplinato per importanza di competizione..inutile fare il solito processo all’Atletico Vieste.

Antonio D’Aprile chiaramente è molto rammaricato di come stanno andando le cose….lui meritava l’esclusiva della sponsorizzazione delle nostre squadre di calcio.

La Daunia Vieste quindi parteciperà al campionato di seconda categoria..ora spetterà al tecnico Giorgio D’Accia disegnare la nuova squadra…sicuramente si partirà dall’incantatore di serpenti Gianni Salcuni..pupillo del presidente e giocatore simbolo della squadra.

Sino a quando il “Riccardo Spina” non sarà pronto la Daunia Vieste giocherà le sue gare interne a Rodi Garganico dove già sono stati presi accordi.

                                             Michele Mascia


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright