The news is by your side.

Vendola a Vieste: “si faccia il censimento delle zone incendiate” [VIDEO]

6
Il Presidente della Regione Puglia ha visitato i luoghi incendiati ed incontrato le autorità politiche di Peschici e Vieste

"Il 24 luglio è l'accentuazione di quanto abbiamo vissuto per troppi giorni in questi anni. Non chiamatela calamità naturale, siamo di fronte ad una calamità artificiale e lo dimostrano i tanti incendi appiccati con precisione chirurgica a Peschici e a Vieste ma anche a Lesina e Monte Sant'Angelo". Si è presentato con queste parole il Governatore della Regione Puglia Nicola Vendola agli amministratori viestani. Poi ha tuonato: "Censite il territorio colpito dalle fiamme!". Chiaro il riferimento alla legge nazionale che vieta per almeno 10 anni l'edificabilità nei luoghi incendiati, ma solo se queste aree vengono segnalate.

Durante l'incontro con le autorità politiche viestane, la ferma la risposta è giunta dal vice-sindaco Saverio Prencipe: "Rivogliamo l'elicottero! A Mandrione c'è una struttura che è l'ideale base operativa in quanto da lì è facile raggiungere le zone di Vieste, Peschici e Vico del Gargano". Inoltre ha chiesto che vengano assunti più addetti alla tutela del territorio.

Carlo Nobile, nel suo intervento in qualità di consigliere dell'Ente Parco del Gargano, ha annunciato che Lucio Dalla, di recente omaggiato della cittadinanza onoraria, è pronto ad organizzare un evento a Vieste il cui ricavato andrà destinato al rimboschimento.

Francesco Marinelli ha posto l'attenzione sull'importanza di comunicare a chi ha prenotato o aveva voglia di trascorrere le vacanze sul Gargano, l'assoluta normalità e tranquillità a cui è tornato il territorio.

Vendola, che indossava una polo nera con sul petto la scritta GARGANO, ha avuto parole di elogio per chi (enti, organizzazioni o privati cittadini) si sono prodigati per trarre in salvo e fornire gli aiuti necessari ai tanti evacuati dai luoghi di pericolo.

Sandro Siena 


{flv}20070728_vendola_incendi{/flv}

Intervista di Antonio Troia 


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright