The news is by your side.

“Grandi Eventi” per il Gargano

8

Ci sarà il noto artista foggiano Renzo Arbore al fianco del presidente del Parco del Gargano Giandiego Gatta nell’incontro con la stampa che si svolgerà venerdì 7 settembre a San Nicandro Garganico (alle 19 a Palazzo Fioritto), organizzato per la presentazione e il lancio del progetto “Grandi Eventi”, iniziativa finanziata con fondi della Unione Europea – Por Puglia 2000-2006 – Pis “Parco Nazionale del Gargano, un’emozione per ogni stagione”. Annunciate anche le presenze del sindaco di San Nicandro, Costantino Squeo, del presidente della Provincia Carmine Stallone, dell’assessore regionale al Turismo Massimo Ostillio e del direttore dell’ente Parco Filomena Tanzarella. Il progetto “Grandi Eventi” varato dall’Ente Parco mira alla promozione turistica e culturale del territorio garganico, a suscitare l’interesse e l’intervento dei media e del pubblico per la Montagna del Sole. Tre le date in programma: si comincia con il “battesimo” dell’iniziativa affidato venerdì 7 settembre a Renzo Arbore e l’Orchestra Italiana. Esibizione in Piazza IV novembre, alle 21 a San Nicandro Garganico. Un atteso ritorno quello dello showman foggiano, che da queste parti manca da un bel po’ e vanta innumerevoli schiere di fans. Il secondo appuntamento è fissato per domenica 9 settembre con il concerto del noto artista Nicola Piovani (a Vieste, Piazza Marina Piccola, alle 21), compositore di svariate colonne sonore di film di gran successo. Terzo ed ultimo appuntamento in programma a Manfredonia venerdì 14 settembre (Piazza Duomo, alle 21) con gli spettacoli di Demo Borselli & Big Band, ed i cabarettisti Enrico Brignano e Dado, Max e Angelo. «L’offerta turistica odierna, in Italia e negli altri Paesi, risulta eterogenea e ricca di promozioni. Noi intendiamo invece, con la nostra proposta, far conoscere il territorio garganico e la stessa Puglia sotto un altro aspetto», ha spiegato il presidente del Parco Giandiego Gatta. «La nostra idea ruota sui tre eventi principali di settembre, ma soprattutto sugli eventi collaterali legati alla cultura ed alle tradizioni del nostro territorio che si terranno anche nei prossimi mesi. Perché il nostro obiettivo finale – è la conclusione del presidente del Parco – è la destagionalizzazione dell’offerta turistica. Intendiamo, con tali iniziative, attrarre masse di turisti anche negli altri mesi dell’anno che non siano quelli strettamente estivi».


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright