The news is by your side.

AC Foggia: presentato il progetto didattico viestano “EducAci”

11

In collaborazione con l’Ufficio Scolastico Provinciale, il progetto intende sostenere l’educazione stradale nelle scuole

Continua alacremente l’impegno dell’Automobile Club Foggia per la sicurezza sulle strade. Dopo il progetto “Obiettivo 2010 – Un traguardo per la vita”, inserito nella “Settimana della sicurezza stradale” (23-29 aprile) indetta dall’Onu, l’AC Foggia ha inteso dare continuità a questo ciclo attraverso la firma di un protocollo d’intesa con l’Ufficio Scolastico Provinciale, rappresentato dal prof. Mario Melino, per sostenere ed attuare un processo di formazione nelle scuole. Obiettivo primario di EducAci (questo il nome del progetto didattico) sarà, più che la comunicazione e la sensibilizzazione, quello dell’educazione stradale nelle scuole. Si passa dunque ai fatti, come ha sottolineato il prof. Melino in sede di presentazione del nuovo progetto: “L’educazione stradale dovrà inserirsi in una prospettiva più ampia di educazione alla legalità e ai valori e doveri civici. La scuola ha sicuramente le sue responsabilità, ma queste devono essere divise con i genitori e gli adulti in generale, che spesso non danno esempi educativi. Solo in un quadro di sinergie – chiosa Melino – tra genitori e formatori si potrà raggiungere l’obiettivo. Educare aiuta a prevenire”. Il primo step di EducAci sarà rivolto alle scuole materne ed elementari (“i bambini sono gli automobilisti di domani” ha sottolineato il presidente dell’AC Remo Rabbaglietti), per poi proseguire con le scuole medie e superiori, con i ragazzi di queste ultime che andranno ormai ad affrontare gli esami per il conseguimento della patente di guida. Ruolo fondamentale come punto di inizio dell’iniziativa ha rivestito Vieste: “Il centro garganico – ha spiegato il prof. Di Giovine, coordinatore delle intese quale referente dell’U.S.P (Ufficio Scolastico Provinciale) – ha rappresentato un’esperienza pilota per quanto riguarda questo progetto. Alcune scuole, appositamente selezionate, potranno mettersi in mostra a Vieste, vero e proprio laboratorio della sicurezza stradale. La scuola sarà investita da un’innovazione di carattere didattico e tecnologico: saranno molte le lezioni con l’uso di strumenti informatici. Il nostro primo obiettivo è quello di attribuire alla vita il suo valore positivo” – ha concluso Di Giovine.

Ciro Dell’Anno


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright