The news is by your side.

Studenti in piazza a Cagnano Varano

13

In piazza per i nostri dirittiPREMESSA
Vogliamo tutta un'altra scuola
Le speranze di discontinuità, promesse dal governo di centro sinistra, non hanno trovato un riscontro chiaro e tangibile nell'agire del governo.

La riforma Moratti non è stata superata del tutto, ritardandone l'attuazione e cancellando solo in parte le norme che abbiamo contestato a lungo. Chiediamo l'immediata cancellazione di ciò che rimane delle riforme Moratti, attraverso la valorizzazione dell'innalzamento dell'obbligo scolastico fino ai sedici anni e la costruzione sin da subito di un biennio unitario più forte di quanto previsto nelle indicazioni nazionali, per superare la canalizzazione precoce a 14 anni. Anche molti provvedimenti del centrosinistra non ci convincono. L'idea di istituire gli esami di riparazione senza l'obbligatorietà dei corsi di recupero è per noi irricevibile, come anche le nuove sanzioni introdotte nel nostro Statuto, che riteniamo lesive del principio inclusivo della scuola stessa.
Chiediamo la personalizzazione dei tempi e dei modi del recupero e della didattica, per una scuola di tutti e di ciascuno, e relazioni interne alla scuola basate sul principio della democrazia e dell’inclusione.
Chiediamo quanto prima l'istituzione di una legge nazionale sul diritto allo studio, per superare i tanti sistemi regionali profondamente differenti fra loro che ledono l’uguaglianza delle opportunità. Vogliamo che nel nostro paese si apra un dibattito su un modello alternativo di welfare basato sul libero accesso al sapere di tutte e tutti e sull’autonomia dei soggetti in formazione.
In continuità con altri paesi europei pensiamo sia necessaria l’istituzione di un reddito per i soggetti in formazione, un sistema integrato che comprenda l’erogazione monetaria e i servizi, che garantisca a ognuno autonomia dalla condizione economica di origine e consenta di non rimanere schiacciati tra la precarietà del lavoro e i tempi di studio.
Chiediamo, quanto prima, un piano di investimenti straordinario per l'edilizia scolastica e universitaria. Chiediamo al Governo un investimento straordinario in Finanziaria per la copertura totale degli idonei alle borse di studio degli studenti medi e universitari in tutte le Regioni. A fronte dell'emergenza educativa che coinvolge la scuola e l'università pubblica, siamo profondamente contrari all'aumento dei fondi alle scuole e alle università private.

COMUNICHIAMO :
In data 12/10/2007 l’Unione degli Studenti organizzerà un corteo che partirà da via A. Moro alle ore 10 e percorrerà via Ungaretti – via Cimarosa- via Piave- via Montegrappa – C.so Giannone – via Marconi – via Torino – via Dante per concludere a via A. Moro

Conclusioni :

Abbiamo fatto nostra l’idea di un sapere gratuito; non vogliamo che la formazione individuale sia un lusso che pochi possano permettersi, ma che la cultura sia accessibile a tutti senza barriere dai costi esorbitanti.
Questo vuole essere uno spunto per la costruzione ,con le istituzioni locali,di un valido progetto per la crescita dei giovani di tutto il territorio attraverso la presentazione di progetti per le politiche giovanili elaborati dagli studenti stessi e la sensibilizzazione della cittadinanza.

UNIONE DEGLI STUDENTI DI CAGNANO V.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright