The news is by your side.

A S. Giovanni Rotondo più fedeli che a Lourdes

27

I dati ufficiali alla vigilia di Aurea, la borsa del turismo religioso in programma il 25 e 26

S. Giovanni Rotondo ha raggiunto e, seppur di poco superato, Lourdes con i 7 milioni di turisti che ogni anno arrivano per rendere omaggio a San Pio – ma an­che per usufruire dell'ospedale d'eccellenza. Spesso si tratta di una «toccata e fuga», ma i numeri sono numeri e questo dato di fatto è un ottimo viatico per la borsa del turismo religioso (Aurea) che si ter­rà dal 25 al 26 prossimi nella città garganica. La manifestazione – che ha un impatto economico straordi­nario – è stata presentata ieri a Ro­ma dall'amministratore delegato di Spazio eventi Michele Patano e da Attilio Romita, il noto giornali­sta del Tgl che modererà i lavori. Aurea – è stato spiegato – non è solo un momento di promozione e commercializzazione del comparto turistico, ma anche un momento di approfondimento delle tematiche relative al settore, tanto più impor­tante in questa sesta edizione per­ché si apre a nuove collaborazioni, come – Bit 2008, Spi (Segretariato dei pellegrinaggi italiani che rap­presenterà ad i suoi 40 associati tra organizzatori di viaggi e pellegri­naggi). E nuovi espositori sono at­tesi a San Giovanni Rotondo, tra cui Israele, Kavala, Palestina. La manifestazione di quest'anno si caratterizza per due distinti con­vegni tematici: uno rivolto alla do­manda nazionale, rappresentata dagli animatori parrocchiali ed in­caricati diocesani; ed uno alla do­manda internazionale, che porterà nella città di San Pio 90 compratori specializzati provenienti da 21 Pe­si. Naturalmente la borsa del turi­smo religioso si riferisce solo a quel­lo cristiano, di cui ha parlato recen­temente anche il Wall street jour­nal, segnalando «il boom dei viaggi della fede e dello spirito», e i 150 mi­lioni di persone che nel 2006 hanno visitato i luoghi della cristianità, a cominciare dalla basilica dedicata alla Madonna di Guadalupe in Mes­sico (10 milioni di persone), per fini­re a San Pio di San Giovanni Roton­do: Il tutto ha prodotto un giro d'af­fari che si aggira sui 5 miliardi an­nui. Insomma, un segmento turisti­co straordinario e in crescita: per il consuntivo finale del 2007 si preve­de un aumento del 20% di turisti re­ligiosi, pari a 40 milioni di persone. Ma attenzione, aggiunge Patano, non si deve pensare ai turisti reli­giosi come ai pellegrini della icono­grafia classica, ma a persone che ol­tre a ricercare momenti di spiritua­lità intensa viaggiano per scoprire il mondo, luoghi e monumenti, per un arricchimento interiore.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright