The news is by your side.

Vico, caserma vigili del fuoco a breve iniziano i lavori

10

Inizieranno a breve i lavori di realizzazione della nuova caserma dei vigili del fuoco del presidio di Vico del Gar­gano.

Nei giorni scorsi è stata definita la parte burocratica con la sottoscri­zione del contratto tra la Comunità montana del Gargano, ente finanzia­tore dell'opera, e l'impresa casertana che s'è aggiudicata la gara d'appal­to. Ancora poche settimane, dunque, per l'inizio dei lavori, il tempo ne­cessario al direttore dei lavori per depositare presso il genio civile i cal­coli tecnici Dunque, in dirittura d'ar­rivo l’iter amministrativo per la rea­lizzazione della importante struttura a servizio del presidio vichese dei vigili del fuoco. Ente montano che, come ricordavamo, finanzia l'opera (un milione di euro), mentre a carico dell'amministrazione comunale di Vico del Gargano ci sono i costi per l'acquisto del terreno e gli oneri perla realizzazione delle infrastrutture a servizio: strada, allacciamenti idrico ed elettrico, oltre a quelli connessi, come, per esempio, i costi per la sti­pula dell'atto d'acquisto del terreno. II progetto prevede la costruzione dell'opera su un'area di ben circa set­temila metri quadrati, complesso, composto da due corpi di fabbrica destinati, rispettivamente, ad uso lo­gistico e operativo, e per la formazione e l'addestramento del personale, cioè, il "castello di manovra", complessi­vamente poco meno di settecento me­tri di superficie coperta- La palazzina, che è stata dimensionata per ospitare in modo ottimale, sia dal punto di vista operativo che logistico, un co­mando Composto da ventotto unità, viene realiazzata nelle immediate vi­cinanze del centro abitato, in posi­zione strategica, a garanzia della si­curezza e della accessibilità per quan­to riguarda sia gli interventi all'in­terno del paese che per quelli nei comuni viciniori, La necessità della costruzione di una sede per il di­staccamento dei vigili del fuoco è nata da tempo, si può dire dal momento stesso dell'istituzione del presidio a Vico del Gargano, considerato che l’attuale sede operativa, altro non è che l'ex mattatoio, naturalmente, con le dovute modifiche che, però, e a giusta ragione, non soddisfa più le esigenze logstiche e funzionali del comando vichese. Un percorso am­ministrativo che non è stato per nulla agevole per via dell'opposizione dei proprietari del suolo dove, in un pri­mo momento, era stata localizzata l'area per la realizzazione della strut­tura. Il distaccamento a Vico del Gar­gano, che ha competenze su tutto il territorio della fascia nord del pro­montorio, che comprende ben sette comuni, da Cagnano Varano a Vieste, è destinato ad essere potenziato per numero di personale e automezzi. Quanto sia indispensabile la presenza del presidio vichese lo dicono le cifre che mettono insieme numeri pesanti, se solo pensiamo a quanto accaduto il 24 luglio scorso a Peschici e Vieste. Operazioni di spegnimento degli in­cendi che hanno messo a dura prova gli uomini. del presidio vichese che, insieme, a tantissimi altri colleghi hanno operato in condizioni di gran­de difficoltà e di pericolo.

 

Francesco Mastropaolo

La Gazzetta di Capitanata


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright