The news is by your side.

Esumazione corpo S.Pio: in campo la Regione

5

Si è svolta oggi presso la presidenza della giunta regionale la prima riunione di coordinamento convocata dall'Assessore al Turismo, Massimo Ostillio, per valutare con gli enti nazionali, regionali e territoriali il piano di interventi da mettere in campo in occasione dell'Ostensione del corpo di San Pio, prevista a San Giovanni Rotondo tra il 10 e il 15 aprile.Si tratta di un evento su cui la Regione Puglia intende puntare per promuovere e valorizzare i territori, anche a fini turistici. "Questi eventi – ha ribadito l'assessore Ostillio – hanno una portata di carattere economico e sociale importante: non possiamo lasciarci sfuggire l'occasione. I dati provenienti dalle strutture religiose parlano di un incremento del 20-22 per cento: dobbiamo cogliere tutte le opportunità per fidelizzare i visitatori, promuovendo il loro ritorno in altri periodi dell'anno". Quattro le direttrici da seguire: qualità dell'accoglienza, miglioramento trasporti, definizione di itinerari turistico-religiosi; coinvolgimento dei tour operator del settore, tra cui il Segretariato Pellegrinaggi Italiani (uno dei più grossi intermediari del mercato turistico religioso) e l'Opera Romana Pellegrinaggi, il più grosso Tour operator italiano. A tal proposito, l'assessore ha rimarcato la disponibilità della Regione a valutare gli aspetti economici per stringere accordi tesi a indirizzare i flussi del turismo religioso verso la Puglia. "C'è differenza tra i turisti che dormono a San Giovanni Rotondo e i fedeli che vi transitano soltanto: occorre sviluppare azioni che motivino alla permanenza, almeno una notte in più". Secondo l'assessore Ostillio, per cogliere al meglio le opportunità legate allo straordinario evento, "vanno rafforzati gli aspetti prettamente turistici con quelli di gestione del territorio". Per questo motivo al tavolo tecnico-operativo hanno preso parte i rappresentati di Apt, Camera di commercio, Trenitalia, Ferrovie del Gargano, Aeroporti di Puglia, oltre al commissario straordinario del Comune di San Giovanni Rotondo, Michele di Bari. Quest'ultimo ha chiesto all'assessore di farsi interprete presso la Presidenza del Consiglio dei ministri della necessità che l'ostensione del corpo di San Pio sia riconosciuto come grande evento, "ciò al fine di ottenere una serie di prospettive giuridiche che potrebbero agevolare il compito del Comune nell'organizzazione dell'accoglienza dei pellegrini".Dal canto suo, l'assessore Ostillio, che ha già provveduto ad investire del caso il presidente Vendola, ha fatto chiarezza anche rispetto alle posizione dell'Ente regionale sulla riesumazione della salma. "E' evidente – ha detto – che come Regione rispettiamo le decisioni di altri ordini e soggetti superiori. La Regione oggi intende farsi carico di altri aspetti, tra cui la valorizzazione e la piena fruizioni dei luoghi". Da qui la necessità di rafforzare il sistema integrato di trasporto (Ferrovie dello Stato, del Gargano, Sita, Cotrap e Aeroporti di Puglia), e, soprattutto, il sistema della comunicazione, facendo in modo che i benefici siano spalmati tutto il territorio.Nei prossimi giorni nuovo incontro: sarà fissato a Foggia, dove la Camera di commercio istituirà un tavolo di lavoro che opererà sulla base delle proposte concrete delle varie istituzioni coinvolte.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright