The news is by your side.

Atletico Mola – Atletico Vieste 2 – 0

8

Michele Mimmo non ha mai voluto alzare la voce contro i cattivi arbitraggi, non lo ha fatto nemmeno questa volta, ma l’arbitro Summa di Taranto è stato davvero incerto e sempre a sfavore del Vieste, non ha concesso alla squadra garganica un calcio di rigore ai più apparso netto visto che si è trattato di un vero placcaggio su Gentile e poi non ha punito un tocco di mano in area di un difensore molese, sorvolato clamorosamente in entrambi i casi.

Il Vieste dal canto suo ha giocato una partita dignitosa cercando di sfruttare gli spazi e ripartire in velocità..stessa cosa ha fatto il Mola e molti sono stati i capovolgimenti di fronte nel primo tempo.
Il Vieste ha avuto con Gentile una buona occasione ma il bomber non l’ha saputa sfruttare, il Mola invece si è reso pericoloso al 19′ con il fluidificante Natrella che dalla lunga distanza, su calcio piazzato, ha scheggiato la traversa, al 24′ sempre Natrella da fuori area sferrava un gran tiro che si stampava sul palo con De Florio ormai battuto, al 28′ Grandolfo tirava al volo e splendida era la risposta di Raffaele De Florio che riusciva a bloccare in presa strappando gli applausi del numeroso e sportivo pubblico di Mola.
Nella ripresa il Vieste sembrava controllare agevolmente la partita, poi gli episodi in area di rigore del Mola, uno successivo all’altro, prima con Maurizio Gentile che veniva strattonato in maniera evidente, poi quel tocco di mano del difensore molese..in entrambi i casi l’arbitro è stato incerto.
Poi il Mola ha mostrato più fisicità a centrocampo ed il Vieste ha subito un po’ la reazione dei padroni di casa che sono pervenuti al gol del vantaggio al 29′ con Partipilo lesto a sfruttare una corta respinta ed infilare con una rasoiata l’incolpevole De Florio.
Il Vieste non si è perso d’animo ed ha ricominciato a giocare procurandosi le sue buone occasioni, da brividi quella che ha visto protagonista Paolo Augelli sulla fascia laterale, bel traversone a centro area e plendida conclusione di testa di Rocco Augelli con il pallone che accarezzava il palo.
Era sempre Rocco Augelli a creare lo scompiglio in area e tra un batti e ribatti il portiere si ritrovava il pallone tra le mani, nel finale Vincenzo D’Accardio da posizione defilata riusciva a schiacciare il pallone di testa indirizzandolo sulla traversa.
Dopo tanto insistere toccava al Mola raccogliere i frutti grazie ad un contropiede, Satalino colpiva il pallone di testa per metterlo in area ed invece ne usciva una traiettoria beffarda con la sfera che prima passava sulla testa del giovane Di Iorio e poi terminava in rete.
Il triplice fischio finale veniva salutato da applausi scriscianti dei tifosi del Mola che hanno riconosciuto tutto il valore della squadra viestana, il Vieste è stato sicuramente penalizzato da quelle incertezze dell’arbitro in un momento cruciale della gara, ma ha sofferto la fisicità degli avversari specie a centrocampo e questo problema il Vieste forse se lo porterà dietro sino alla fine del campionato perché l’assenza di uno come Gualano si stà rivelando più pesante del previsto!
Ora avanzano i nostri avversari..ma la zona play-off è ancora alla portata di questo Vieste che almeno questa volta è stato battuto al termine di una gara giocata dignitosamente.

ATLETICO MOLA: Frappampina, Natrella, Satalino, Schirone, Guaccero, Cota, Lo Schiavone (Antuofermo), Spinelli, Romano (D’Ursi), Grandolfo, Anelli (Partipilo). All: Prigigallo
ATLETICO VIESTE: De Florio, Augelli Paolo, Sollitto (dal 28′ st D’Accardio), Cinque, Carretto, Silvestri, Augelli Rocco, Ducange, Gentile, Scarano (dal 21′ st Melchionda), Cariglia (dal 21′ st Di Iorio). A disposizione: De Vita, Piracci, Patrone, Stramaglia. All: Mimmo
ARBITRO: Summa di Taranto
RETI: al 29′ st Partipilo, al 44′ st Satalino
                                                        Michele Mascia


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright