The news is by your side.

Torre Mileto, abusivismo, il sindaco risponde a Striscia

113

Tra abusi e scoop giornalistici, Giovanni Schiavone chiede di essere intervistato da “Striscia la notizia”“In merito alla trasmissione Striscia la notizia, mandata in onda martedì 29 Gennaio sull’abusivismo di Torre Mileto, devo assolutamente rappresentare il mio personale disappunto unitamente a quello dell’Amministrazione Comunale che mi onoro di rappresentare e della intera popolazione di Lesina, che si è sentita ferita ed offesa per come sono state presentate le immagini del “servizio televisivo” e per all’affastellamento di fatti, episodi e situazioni che hanno determinato una fotografia del nostro territorio irrispettosa di quello che è l’attuale nostro impegno a difesa del nostro territorio, facendo apparire peraltro un atteggiamento quasi omertoso del Comune approfittando dell’assenza del Sindaco”. Sono le parole di Giovanni Schiamone, sindaco di Lesina, che aggiunge: “Voglio innanzitutto affermare che il Sindaco di Lesina non si è mai sottratto alle interviste, dibattiti e  confronti richiesti con le modalità usuali ed in tempo utile e confermare che l’assenza non calcolata del Sindaco è giustificata dal fatto che lo scrivente la mattina del 29 Gennaio u.s.  si era recato a Bari presso l’Assessorato all’Ambiente e che quindi la distanza non permetteva un immediato rientro per partecipare e rispondere all’intervista a sorpresa di Fabio e Mingo e che nonostante la lontananza il Sindaco, avvisato dal centralino del Comune, riusciva a raggiungerli  telefonicamente  assicurando loro la sua massima disponibilità ad essere intervistato non appena fosse rientrato a Lesina.
Disponibilità che confermo adesso e che continuo a  dare avendo richiesto io alla redazione di Milano e Bari di Striscia la notizia di essere intervistato per diritto di contraddittorio e di verità. Penso infatti che l’elemento di fondo caratterizzante il modo di fare giornalismo e scoop di Striscia e più precisamente quel comportamento inedito di presentarsi a sorpresa non sia la massima espressione di un modo di fare informazione all’insegna della trasparenza che si vorrebbe ad una trasmissione di portata rilevante quale appunto di Striscia la notizia che è seguita da milioni di spettatori; è un modo di fare che non permette il confronto con chi è chiamato in causa dal “servizio” e dagli argomenti che si vogliono trattare. E’ un comportamento che sento di denunciare  e che dobbiamo condannare poiché in alcuni casi rappresenta la disinformazione …… Ho chiesto a gran voce di volere essere intervistato sulla questione dell’abusivismo di Torre Mileto nonostante che l’argomento non sia di facile trattazione per chi come lo scrivente ha ereditato   una situazione piuttosto pesante, come quella di Torre Mileto, fatta di  degrado e abusi avvenuti negli anni passati ed in particolare negli anni settanta della nostra storia. E’ una questione, l’abusivismo di Torre di Mileto, che oltre a fare notizia e scoop in periodi più o meno alternati, rappresenta sul piano sociale un problema se non un dramma per tanti piccoli proprietari che hanno costruito con sacrifici enormi (molti erano e sono emigrati all’estero) e che vorrebbero realmente conoscere il destino dei propri immobili dopo l’avvicendarsi continuo di denunce, sequestri, notizie, iniziative, recuperi e scoop giornalistici che di fatto non risolvono adeguatamente la situazione di Torre Mileto. Lo stesso PIRT (Piano di recupero territoriale) presenta molte perplessità che sul piano sociale determina sperequazioni ingiustificate e ingiuste conclamate da una impostazione progettuale non supportata tecnicamente da elementi condivisibili. Ecco quindi l’importanza del contraddittorio e del dibattito che necessariamente occorre fare nell’affrontare la questione di Torre Mileto e che il Sindaco Schiavone chiede di poter fare anche, e non solo, attraverso delle interviste giornalistiche e trasmissive, possibilmente con tutte le istituzioni e d Enti che a vario titolo sono interessati o competenti in materia”. (Il Grecale)


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright