The news is by your side.

L’Atletico Vieste a Bari non ha alternative al successo

12

Oggi, contro lo Japigia per i playoffGara di ritorno per i play-off del torneo di Promozione per il Vieste di Michele Mimmo. Questo po­meriggio contro lo Japigia (gara di andata finita in pa­rità), non ci sono alternative: con i baresi, non ci sono al­ternative se non la vittoria. II Vieste adesso non può più sbagliare altrimenti la pos­sibilità di accedere al cam­pionato superiore potrebbe svanire. Il tecnico biancoaz­zurro dispensa serenità ed ottimismo. Per quasi un mese ha lavorato intensamente, for­se anche troppo, per recu­perare la condizione genera­le. "Non tradiremo la nostra identità – dice Mimmo – Piazzare più uomini dove c'è la palla per recuperarla in fretta e poi ripartire. Non ci mancano gli elementi per gli inserimenti improvvisi. E non ci manca la voglia di vincere. Le difficoltà saranno tecniche> per la forza dell'av­versario, oltre che dettate dal­le condizioni ambientali – continua -, ma noi dobbiamo saper convincere con queste ed essere bravi a superarle perché vogliamo il successo". II responso sulla qualità del lavoro del mister arriverà so­lo dal campo ed infatti il tecnico rimanda i commenti sullo stato di salute della sua squadra al fischio finale della gara. "In queste due setti­mane si è parlato tanto ed a me piace lavorare più che fare tanti discorsi – dice -. Sono contento delle ultime gare: ora c'è la consapevolezza di poter competere con chiun­que". Un Vieste che deve elimi­nare le amnesie difensive. "Ognuno di noi deve sapere bene come si deve mettere in fase difensiva e come, invece, quando siamo in fase di pos­sesso, come muoverci rispetto alla palla. Poi la disposizione in campo viene fuori dalle caratteristiche dei giocatori a disposizione" Idee chiare per il tecnico Mimmo che> così come tutta la sua squadra, parte a caccia del riscatto. Organizzazione di gioco e ve­locità di esecuzione per ar­rivare quanto prima alla por­ta avversaria, questo il credo calcistico che Mimmo è pron­to per tornare a vincere e tentare di regalare l'Ecellenza a Vieste. Un traguardo a cui la cit­tadina garganica guarda con estremo interesse non solo in chiave sportiva, ma anche so­ciale, dopo aver profuso forze e danari.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright