The news is by your side.

Tributi, Comune Sannicandro denuncia società riscossione ‘aggi da cravattari’

12

Con l’affidamento, nel 2004, del servizio di gestione dei tributi ad una società per azioni ( la "San Nicandro Tributi’, controllata dalla San Giorgio spa, con sede legale in Mandria), al Comune di Sannicandro Garganico sono iniziati una serie di problemi e di anomalie.
Prima fra tutte l’aggio concordato oneroso ed a tutto svantaggio dell’ente (il 15% sulle riscossioni spontanee e 30% sulle somme riscosse a seguito di attività di accertamento); lunghissimi tempi previsti per i riversamenti all’Ente dei tributi incassati; pesantissime penalità (10% del mancato guadagno fino allo scadere del contratto) previste in caso di recesso unilaterale. Ma i problemi non finiscono qui, perchè il Comune penava un "sistematico mancato rispetto dei versamenti da parte della San Giorgio spa" alle rispettive scadenze, con il versamento quasi sempre in acconto e con enorme ritardo, costringendo l’Ente locale di a far ricorso ad onerose anticipazioni di tesoreria. Di qui le note inviate dal Servizio Economico Finanziario al Ministero dell’Economia e delle Finanze, e l’interessamento della Procura della Repubblica di Lucera e della Procura della Corte dei Conti. Anomalie ricorrenti ed onerose: dalle verifiche di cassa fatte sull’esercizio 2006-2007 è emerso che circa un milione di euro, soprattutto di percentuale di aggio TARSU ed ICI, sono finite nelle casse della società di riscossione. In questa situazione, scrive il Comune di Sannicandro in una nota "Qualsivoglia ipotesi di risanamento dell’ente non poteva non passare attraverso la revoca dell’affidamento del servizio alla San Nicandro Tributi". Inevitabile la decisone del sindaco Costantino Squeo e della sua Giunta : il Comune di Sannicandro ha revocato l’affidamento della riscossione alla Sannicandro tributi, decidendo di ricostituire l’ufficio tributi comunale. "Tentiamo di porre fine ad una scelta che si è rivelata essere sciagurata. Non vi è un solo parametro – ha dichiarato il sindaco Squeo – sia in termini di stretta legittimità che di congruità economica, che possa ritenere giusta la scelta della esternalizzazione dell’ufficio tributi. Gli aggi praticati prevedono percentuali da cravattari. La ricostituzione dell’Ufficio Tributi della Città di San Nicandro è un atto dovuto, giusto".


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright