The news is by your side.

Riceviamo e pubblichiamo

19

Sul sito di ONDA RADIO, il giorno 9 luglio è stata riportata una notizia che commentava un episodio accaduto tra un Operatore di Polizia Municipale ed un turista sul viale 24 maggio.
Orbene, la notizia termina con la seguente frase: “ Brutto e deprecabile episodio che sicuramente lancia un’ombra su alcuni modi e sistemi di accoglienza a Vieste”. Desidero sapere dove e da chi (pseudo-giornalista)sono state attinte queste notizie totalmente pretestuose e false che tendono a gettare discredito sull’operato diligente e professionale di tutti gli operatori della Polizia Municipale di Vieste.
Quando si vuole fornire un servizio alla cittadinanza con la divulgazione di notizie, queste devono essere certe ed attinte dai diretti interessati.
A tal proposito volevo replicare e precisare che, ognuno deve fare il proprio lavoro con sobrietà e professionalità divulgando le notizie solo dopo averne verificato l’attendibilità e l’esatto svolgimento. Infatti nell’articolo si parla di colluttazione tra vigili e un turista che di fatto non è mai avvenuta in quanto nessuno ha alzato le mani, ma si è avuto solo una forte discussione verbale dopo che l’utente, che non era un turista ma un cittadino di un comune garganico con auto tedesca…., si dichiarava (falsamente) della sicurezza e mi apostrofava con frasi ingiuriose e minacciose (non vado oltre e non scendo nei particolari per ragioni professionali).
Se questo significa, così come si legge nell’articolo, lanciare ombre sui modi di accoglienza a Vieste, Chiedo a Voi tutti se è normale che un agente che compie il proprio dovere con garbo e serietà (chi mi conosce sa bene come opero) deve essere oltraggiato pubblicamente da un utente qualsiasi che si crede più furbo degli altri e vuole farla franca.
Pertanto, alla luce di quanto sopra, il Comando di P.M., invita il giornalista autore dell’articolo a fare un passo indietro e a riportare le notizie con più attendibilità.

L’Agente CIUFFREDA M.
      Assieme al COMANDO di P.M.

Nulla da obiettare sul Suo punto di vista e infatti il nostro passo indietro con la pubblicazione della sua replica è di fatto. Resta “il fatto” che lo spettacolo andato in scena l’altro giorno è stato un “brutto e deprecabile episodio”. E speriamo resti l’ultimo.

Il Direttore Responsabile
ninì delli Santi


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright